Acquistare un nuovo iPhone 14 (in particolare i modelli Pro) nel corso delle prossime settimane potrebbe essere difficile a causa di scorte limitate. Il problema è legato sia alle enormi richieste per iPhone 14 Pro e Pro Max, che continuano ad essere i riferimenti del mercato di telefonia, che alla riduzione della produzione dovuta ai lockdown in Cina collegati alla politica “zero Covid”.

Per risolvere i problemi con l’intransigente approccio cinese al Covid e incrementare la produzione degli iPhone nel corso del prossimo futuro, Foxconn, principale fornitore di Apple per i suoi smartphone, punta sull’India. L’azienda, con base a Taiwan ma attiva in tutto il Sud Est asiatico con vari impianti di produzione, incrementerà progressivamente la produzione di iPhone in India, nello stabilimento di Tamil Nadu. Ecco i dettagli completi del report di Reuters sulla questione:

Offerta

MSI MAG 341CQP QD-OLED

Monitor Gaming Curvo UWQHD 34'', Quantum Dot OLED (3440x1440), 175Hz

849€ invece di 1299€
-35%

Foxconn potenzierà la produzione in India per soddisfare la crescente domanda di iPhone: la conferma da un nuovo report

In futuro, la percentuale di iPhone prodotti in India aumenterà in modo significativo. La conferma arriva in queste ore. Un nuovo report di Reuters, infatti, chiarisce quali saranno i piani di Foxconn nel corso del prossimo futuro. Il fornitore di Apple, infatti, si prepara a quadruplicare la sua forza lavoro in India nel corso dei prossimi due anni. Il report è sostenuto dalle dichiarazioni di due esponenti del Governo locale.

La scelta di Foxconn è da interpretare come una risposta alle difficoltà produttive riscontrante in Cina, a causa della politica “zero Covid”, oltre che alla crescente domanda di nuovi iPhone da parte del mercato che non sembra essere stato colpito più di tanto dalla crisi economica globale, almeno per quanto riguarda questo specifico segmento di mercato. I piani descritti dal report di Reuters sul futuro dello stabilimento di Tamil Nadu di Foxconn chiariscono la portata dell’operazione.

Foxconn, nel corso dei prossimi due anni, porterà a 70 mila il numero di lavoratori stando ai numeri forniti dal report. Si tratta di un incremento di ben 53 mila unità rispetto all’attuale. Nel corso del prossimo futuro, il totale di lavoratori indiani di Foxconn che si occuperà della produzione di iPhone incrementerà di ben quattro volte. Di conseguenza, anche le capacità produttive dello stabilimento aumenteranno in misura significativa.

Attualmente, lo stabilimento, attivo dal 2019, si occupa di produrre iPhone 14 ma con un’incidenza molto ridotta rispetto alla produzione in Cina. Nel futuro, se i numeri del report saranno poi confermati dai fatti, una parte significativa della produzione di iPhone si sposterà dalla Cina all’India con l’obiettivo di mantenere sempre alti i livelli produttivi e permettere ad Apple di continuare un programma di crescita che sembra inarrestabile.

Al momento, è ancora presto per valutare quali saranno i modelli che Apple produrrà, tramite Foxconn, in India. Parte della produzione indiana potrebbe essere collegata ai modelli Pro, destinati ad essere sempre i più richiesti da parte dell’utenza che non ha problemi a spendere più di 1.000 euro/dollari per l’acquisto di un nuovo smartphone. L’impatto del potenziamento delle attività produttive dovrebbe iniziare ad essere registrato a partire dal secondo anno.

Sia Foxconn che Apple, naturalmente, non hanno commentato il report. L’azienda taiwanese, però, continua il suo programma per rafforzare la sua posizione di fornitore principale della casa di Cupertino, come evidenziato anche dal grafico qui di seguito:

foxcoon iphone apple

Nel corso dei prossimi anni, Foxconn potrebbe superare quota 70% di diversi punti grazie alla possibilità di mantenere alto il livello della produzione in Cina e, contemporaneamente, incrementare la produzione in India. Ne sapremo di più sulla questione, di certo, nel corso dei prossimi mesi.

Leggi anche: Apple e Amazon accusate di aumentare volutamente i prezzi di iPhone e iPad