Dopo una lunga attesa e una fitta rete di indiscrezioni e anticipazioni, è ufficiale Lexus RZ 450e, un SUV Full Electric che promette oltre 400 km di autonomia, nonché il primo veicolo elettrico sviluppato da zero da Lexus.

Premesso che questo modello presenta un’importanza non trascurabile nel contesto della strategia con cui il marchio mira a completare la trasformazione in brand 100% BEV in Europa occidentale e centrale entro il 2030, Lexus RZ 450e è prenotabile dai clienti europei e anche in Italia già a partire da oggi, 20 aprile 2022: è possibile registrare il proprio interesse sul sito lexus.it e versando 300 euro. Così facendo, si avrà la possibilità di prenotare la vettura senza vincoli e di ricevere una Card di ricarica con 1.000€ di credito da utilizzare presso tutte le stazioni di ricarica pubblica. Le prime consegne del veicolo sono previste entro la fine dell’anno, tuttavia al momento non sono noti i prezzi di listino.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Design esterno e interno

I Battery Electric Vehicle (BEV) offrono maggiore libertà e minori vincoli in termini di design e Lexus, col suo approccio stilistico “Next Chapter” ha deciso di partire dalle dinamiche del veicolo per dare espressione al concetto di “seamless E-motion“.

Esterni

La natura di auto elettrica è resa subito evidente dal design frontale, dove, in assenza di motore endotermico, il cofano è stato abbassato e le aperture di aspirazione sono state ridotte. In funzione di ciò, l’iconica griglia a clessidra è stata reinterpretata in chiave tridimensionale ed è stata anche estesa al corpo del veicolo. L’effetto complessivo — con anche nuovi passaruota più muscolosi — risulta accentuato nella versione bicolore del veicolo. I gruppi ottici rinnovati sono unificati con il corpo a clessidra.

Lexus RZ 450e è una vettura a passo lungo 2.850 mm — lunga 4.805 mm, larga 1.895 mm e alta 1.635 mm — e ciò enfatizza il baricentro basso; le ruote di serie sono da 18 pollici di diametro, che diventano 20 pollici per l’alta gamma.

Il design posteriore si caratterizza per lo spoiler del tetto e per gruppi ottici che percorrono tutta la larghezza del veicolo.

Interni

L’abitacolo di RZ” — dice Lexus — “è un’evoluzione del concetto ‘Tazuna’ [in giapponese, il principio si ispira ai piccoli aggiustamenti delle redini che il cavaliere fa per controllare il cavallo], e unisce la posizione del guidatore al volante e la disposizione accurate di indicatori, comandi e display per creare uno spazio in cui sono necessari solo piccoli movimenti della mano e dell’occhio per gestire il veicolo”. Tutti i vantaggi di questa filosofia trovano espressione nel nuovo One Motion Grip (opzionale).

Tutto — indicatori, head-up display, display multimediale da 14 pollici e quadro strumenti abbassato — è stato studiato per migliorare la visuale del guidatore. La console centrale presenta un nuovo indicatore per il sistema shift-by-wire. L’abitacolo stesso è stato concepito come uno spazio luminoso e aperto, tra illuminazione ambientale, ampia scelta di colori e il nuovo effetto di illuminazione In-ei -multicolor che crea effetti di luci e ombre sulle portiere.

Tra le novità tecnologiche pensate per rafforzare lo spirito dell’ospitalità Omotenashi spiccano: il tetto panoramico oscurabile con uno speciale rivestimento per ridurre l’irraggiamento termico e un sistema di riscaldamento radiante per guidatore e passeggero anteriore. Il primo ha un rivestimento low-e (basso emissivo) che — come spiega Lexus —, oltre ad avere una funzione di oscuramento elettrico, “riflette la radiazione infrarossa e riduce il calore radiante nelle giornate di sole, mentre aiuta a mantenere il calore all’interno dell’abitacolo quando fa freddo”, riducendo così l’esigenza di usare il sistema di climatizzazione. A ciò contribuiscono anche i nuovi riscaldatori radianti posizionati all’altezza delle ginocchia davanti al guidatore e al passeggero anteriore (sotto il piantone dello sterzo e la plancia inferiore), che si aggiungono ai riscaldatori dei sedili e al volante riscaldato.

Sistema multimediale

Lexus RZ 450e si affida alla nuova piattaforma multimediale Lexus Link: lanciata su NX, include navigazione con base cloud “always on”, riconoscimento vocale con assistente di bordo “Hey Lexus” e integrazione con lo smartphone via Apple CarPlay e Android Auto.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Il DCM (modulo di comunicazione dati) del veicolo consente anche di aggiornare o aggiungere funzioni tramite classici aggiornamenti, senza neppure interrompere l’utilizzo del veicolo.

Prestazioni, sicurezza e assistenza alla guida

L’obiettivo primario, quanto alle prestazioni, era garantire la Lexus Driving Signature, mentre degni di nota sono il sistema opzionale One Motion Grip steer-by-wire e il controllo della trazione integrale DIRECT4.

La vettura usa la piattaforma e-TNGA, con l’unità della batteria integrata nel telaio, sotto l’abitacolo, che aiuta ad abbassare il baricentro, assicurando contestualmente “un migliore equilibrio del telaio, una migliore maneggevolezza e una migliore risposta nella guida”.

In un’auto elettrica, la silenziosità passa attraverso l’isolamento dal rumore della strada e una versione migliorata dell’Active Sound Control, che ora utilizza l’impianto audio dell’auto.

RZ 450e integra l’e-Axle, un pacchetto compatto e modulare che consiste in un motore, un gruppo ingranaggi e una centralina, situata tra le ruote motrici. Il motore anteriore produce 150 kW e quello posteriore 80 kW, per una potenza totale di 230 kW/313 CV. Su questo modello debutta il controllo della trazione integrale DIRECT4, in grado — grazie all’utilizzo di sensori ECU e non solo — di distribuire la forza motrice in modo automatico e continuo. Quanto ai freddi numeri, il produttore riporta 435 nm di coppia, 160 km/h di velocità massima, accelerazione 0-100 km/h in 5,6 secondi.

Il SUV elettrico di Lexus usa una batteria agli ioni di litio composta da 96 celle, e una potenza totale di 71,4 kW, posta interamente sotto all’abitacolo e integrata nella piattaforma. Il produttore riporta che “I dettagli sull’autonomia del veicolo e sui tempi di ricarica della batteria saranno comunicati in un secondo momento, ma Lexus prevede che RZ sarà in grado di percorrere più di 400 km nel ciclo combinato WLTP”. In ogni caso, per ottenere il massimo in termini di autonomia, è presenta una modalità di guida Range, che si basa sulle prestazioni della modalità di risparmio energetivo ECO e prevede varie limitazioni e regolazioni: ad esempio, la velocità viene limitata e il sistema di climatizzazione disattivato (è riattivabile manualmente). Lexus riporta che RZ ha un consumo inferiore ai 18 kilowatt per 100 km percorsi. Quanto alla longevità, Lexus prevede che la batteria di RZ mantenga oltre il 90% della sua capacità entro 10 anni di guida e ciò grazie a una serie di misure per salvaguardare la qualità e le prestazioni.

One Motion Grip

Il sistema Steer-by-wire One Motion Grip elimina collegamento meccanico e piantone dello sterzo tradizionale: è un collegamento elettrico ad inviare gli input dal volante e dalle ruote. Gli ingegneri Lexus hanno lavorato sulle sensazioni di sterzata, inoltre sono presenti processori fail-safe e un’alimentazione di emergenza, che intervengono ove il sistema dovesse perdere l’alimentazione principale.

Il sistema opzionale One Motion Grip è dotato di una nuova cloche dello sterzo, che sostituisce il volante tradizionale. La tecnologia richiede meno sforzo di sterzata da parte del guidatore: con una rotazione di soli 150 gradi della cloche si effettua la rotazione completa dello sterzo da finecorsa a finecorsa, e non c’è bisogno di incrocio delle mani o manovre aggiuntive”.

La forma — che ricorda lo yoke di Tesla Model S — è stata sviluppata con il contributo dei driver Takumi di Lexus.

Sicurezza e assistenza alla guida

Quanto ai sistemi di sicurezza attiva e assistenza alla guida, si parte dalla terza generazione di Lexus Safety System, che con RZ 450e progredisce ancora: ci sono il Proactive Driving Assist con l’assistenza allo sterzo — utilizza la telecamera anteriore per determinare l’angolo di una curva, regolando lo sterzo in modo appropriato quando ci si avvicina e si effettua una svolta — e un nuovo monitor per controllare il comportamento del guidatore per segni di affaticamento o distrazione.

Lexus e-Latch è un sistema di apertura elettronico fluido e one-touch della portiera, il cui funzionamento è collegato al Blind Spot Monitor dell’auto e supporta la Safe Exit Assist, che ne impedisce l’apertura in caso di rilevamento di veicoli o ciclisti in avvicinamento dal retro. Non manca, infine, uno specchietto retrovisore digitale.

Leggi anche: Mercedes EQS si fa per sette: è ufficiale il nuovo SUV elettrico extra lusso