Home TV & Streaming HBO Max in Europa nel corso 2021, pessima notizia per i cinema

HBO Max in Europa nel corso 2021, pessima notizia per i cinema

0
HBO Max

HBO Max, il servizio streaming video on demand di HBO, si espanderà sulla scena globale e farà ufficialmente il proprio ingresso anche in Europa nel corso del 2021.

Per il futuro delle sale cinematografiche, già messe in estrema difficoltà dalla prolungata chiusura nell’ambito delle misure di contrasto dell’emergenza sanitaria (confermata anche dal DPCM 3 dicembre 2020), questa non è esattamente la migliore delle notizie.

HBO Max Global in Europa con Warner Bros

Riavvolgendo il nastro, alla base di tutto si pone il clamoroso accordo tra HBO Max e Warner Bros, in forza del quale la seconda distribuirà tutti i propri film 2021 sulla piattaforma della prima nel momento stesso dell’uscita nei cinema.

Per il momento, l’accordo in questione, che sta ovviamente generando tantissime discussioni, riguarda il solo mercato statunitense, tuttavia questo dipende unicamente dal fatto che HBO Max sia attualmente presente soltanto lì.

Ebbene, come riportato da BadTaste.it, la situazione potrebbe cambiare con l’arrivo del nuovo anno, portando un autentico terremoto nel mondo: nel corso del 2021, il servizio si espanderà parecchio, con il mirino puntato su Sud America ed Europa. La conferma è arrivata nel corso di una conferenza a Lisbona, attraverso le parole di Andy Forssell, Builder di HBOMax:

«Dovremo diventare un servizio globale. È fondamentale raggiungere questo tipo di dimensioni. Nella seconda metà del 2021 vedrete che inizieremo a migliorare alcuni dei servizi esistenti in Europa, trasformandoli in HBO Max, raddoppiando i contenuti e molte più funzioni, così che per la fine dell’anno quelle regioni siano molto attive. Il piano è quello di espanderci in 190 paesi, resta da capire quanto velocemente riusciremo a farlo».

Quali Paesi dovrebbero essere raggiunti per primi

Sebbene si faccia menzione dell’Europa, l’Italia potrebbe essere interessata da questa gigantesca novità solo in un secondo momento, non essendo mai stata ufficialmente raggiunta da HBO.

Allo stato attuale, i Paesi in cui HBO già opera con il proprio canale tv e i propri servizi di streaming, e che dunque dovrebbero essere toccati dal menzionato upgrade a HBO Max, sono Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Bulgaria, Croazia, Slovenia, Serbia, Montenegro, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord, Moldavia.

Meno chiara la situazione dei Paesi in cui è attualmente disponibile il solo servizio VOD, ovvero Spagna, Svezia, Portogallo, Danimarca, Norvegia e Finlandia.

Contenuti originali: per la prima volta fuori dagli USA

L’accordo con Warner Bros e il lancio del servizio HBO Max in tanti altri mercati condurrà anche ad un’altra prima volta: la produzione di contenuti originali per la piattaforma non era mai uscita dai confini americani e finalmente lo farà.

A tale riguardo, in occasione del virtual Web Summit, il CCO Casey Bloys ha dichiarato:

«Stiamo lavorando per trovare dei contenuti della DC che potrebbero essere prodotti in altri Paesi».

Allo stato attuale, sono in corso i lavori per Peacemaker (spinoff del film di Suicide Squad di James Gunn), lo spin-off di Batman di Matt Reeves, Green Lantern e le serie del DC Universe come Doom Patrol, Harley Quinn, Titans, Swamp Thing.

Insomma, di carne al fuoco ce n’è tanta, resta solo da capire se e quando l’Italia sarà invitata al banchetto.

Leggi anche: discovery+ arriva in Italia: prezzi e contenuti del nuovo servizio streaming