Recensione Zhiyun Smooth X gimbal smartphone

Recensione Zhiyun Smooth X – L’azienda cinese è conosciuta per aver commercializzato negli anni prodotti molto validi e performanti facenti parte del mondo degli stabilizzatori elettronici, offrendo soluzioni sia per fotocamere o videocamere professionali che per i nostri comunissimi smartphone.

Zhiyun Smooth X è il nuovo arrivato nella lineup della casa e si propone come soluzione portatile e piuttosto economica per consentirci di registrare clip stabilizzate e fluide con i nostri telefoni.
Il prezzo di vendita si aggira sui 55 Euro dallo store ufficiale, mentre su Amazon lo si trova a 69,99 Euro con spedizione rapida, direttamente a questo link.

Design e materiali

La sua particolarità è il meccanismo che consente il ripiegamento su se stesso dell’intera struttura dello stabilizzatore. Le istruzioni sono essenziali per comprendere come aprirlo/chiuderlo correttamente senza romperlo e la trovata è ingegnosa e consente di risparmiare spazio prezioso in un ottica per esempio di viaggio o comunque per garantire un’ottima portabilità.

È realizzato principalmente in plastica satinata e sembra piuttosto solido, resistente e supporta telefoni da 200±35 grammi.. La parte interna dell’alloggiamento per il telefono è invece in gomma e parte del meccanismo di blocco è allungabile per potersi adattare alla grandezza dello smartphone. Inoltre lo stabilizzatore è molto leggero e ciò non implica una maggior difficoltà di trasporto.

Segnaliamo inoltre la presenza nella parte terminale del gambo di un ingresso per viti da 1/4, ottimo per poter assicurare l’attrezzo a cavalletti o supporti simili. E non manca neppure un meccanismo di estensione in alluminio del gimbal, che lo trasforma rapidamente in una sorta di selfie stick: si allunga di ulteriori 25 cm ed è possibile regolare l’inclinazione dell’intero meccanismo di stabilizzazione così da permettere un uso più agevole e aiutare nell’inquadrare correttamente il soggetto. Insomma, è 2 in 1!

Utilizzo e batteria

Il gimbal presenta un’impugnatura corredata da joystick per controllare pan e tilt manualmente, oltre a un piccolo LED di stato, pulsante REC e bottoncino per cambiare modalità di stabilizzazione, mentre a lato è collocato il piccolo slider per regolare lo zoom; naturalmente avviare/stoppare le registrazioni e regolare lo zoom sono operazioni attuabili sfruttando l’app dedicata, di cui vi parliamo nel paragrafo successivo.

Sul lato destro del braccio superiore del gimbal trovano posto invece 4 LED a fare da riferimento al quantitativo di carica rimasto e il pulsante d’accensione/spegnimento, mentre nel lato opposto è collocato l’ingresso USB C tramite il quale è possibile ricaricare Zhiyun Smooth X in circa 3 ore.

La durata media operativa ammonta a 4 ore ma riesce a spingersi anche verso le 5 ore senza troppi problemi ma naturalmente tali risultati derivano dagli sforzi compiuti dai motorini nel tentativo di stabilizzare lo smartphone.

Setup e performance

Zhiyun Smooth X è molto semplice da utilizzare e per poter iniziare a lavorarci assieme occorrerà, dopo averlo correttamente estratto, assicurare il telefono all’apposito alloggiamento, accendere il gimbal e scaricare l’app dedicata ZY Cami per Android e iOS. Ora servirà attivare il bluetooth da telefono e accoppiare lo Zhiyun dall’app per eseguire la prima attivazione prodotto e poter finalmente iniziare a registrare nuove clip.
Dalle successive accensioni non sarà più necessario ricorrere all’app per rendere Smooth X funzionante.

Performa bene all’atto pratico riuscendo ad eliminare la maggior parte dell’effetto mosso riscontrabile soprattutto con gli smartphone carenti di stabilizzazione ottica. È possibile registrare in modalità orizzontale o verticale (questa ottima per dirette/storie Instagram o TikTok) e per cambiare tipologia di ripresa basta effettuare una doppia pressione del tasto “M”. Inoltre è possibile bloccare il pan piuttosto che lasciare al gimbal il compito di assecondare i movimenti compiuti rendendo le riprese più morbide e meno mosse.

Nota negativa riguarda la facilità con cui si può incappare in tremori e difficoltà di stabilizzazione con device particolarmente pesanti come può essere iPhone 11 Pro Max: basta aggiungergli una cover non molto spessa e poco pesante per rischiare di mandare Smooth X in tilt.
Segnaliamo inoltre che la rotazione sull’asse orizzontale non avviene in modo continuo e a 360° bensì in un cono di 300 gradi: è infatti presente un limite fisico di costruzione che impedisce allo stabilizzatore di potersi muovere liberamente.

App e funzionalità

A completare la già buona e intuitiva esperienza d’uso si aggiunge l’app ZY Cami con la quale è possibile, oltre ad effettuare il setup iniziale dello Smooth X, registrare time lapse e slow motion.

Possiamo decidere di girare clip in modalità automatica oppure sfruttare i settaggi manuali per modificare i tempi di esposizione o i valori ISO.

Non mancano nemmeno i moving time lapse che permettono di aggiungere vari punti di stazionamento, creando così un percorso o sequenza che lo stabilizzatore va a ricalcare durante la ripresa o lo scatto.

In conclusione

Zhiyun Smooth X è sicuramente un ottimo stabilizzatore elettronico per smartphone dal buon prezzo in relazione a offerta ed efficacia. È comodo e pratico, lo si ripone facilmente in alloggiamenti anche di piccole dimensioni, inoltre il peso contenuto e il meccanismo di chiusura lo rendono molto discreto.

Lo consigliamo a tutti coloro che non dispongono di uno smartphone dall’incredibile capacità di stabilizzazione così come a chi vuol disporre di uno strumento in grado di ampliare le potenzialità del proprio telefono rendendo veramente impeccabili clip video che altrimenti necessiterebbero di una qualche stabilizzazione via software.