Cultura Tech

Recensione Xiaomi Mi Airdots (YE): fra le migliori True Wireless sotto i 40 Euro

Xiaomi Mi Airdots (Youth Edition) sono i nuovi auricolari true wireless di casa XiaomiLi abbiamo provati e siamo rimasti da subito sorpresi dal loro suono incredibile, così come ci hanno sorpresi i tanti piccoli problemi di gioventù che presentano.

Video Recensione Xiaomi Mi Airdots YE

Case delle Xiaomi Mi Airdots YE

Partiamo dal case che è piccolo e tascabile, ma dà subito un’impressione di prodotto economico in quanto realizzato in plastica leggera che si graffia e si sporca molto facilmente. Misura 2.30 x 1.45 x 1.30 cm, di conseguenza non è particolarmente ingombrante né pesante, facile da trasportare anche nella tasca dei pantaloni.

Il case ha anche funzione di ricarica delle Airdots mentre sono a riposo al suo interno, una batteria sufficiente a ricaricarle completamente per circa 3 volte in un tempo medio di 45 minuti.

Cuffie Xiaomi Mi Airdots YE

Continuiamo in tema di batteria: le cuffie durano circa 5 ore continuative, il che è un ottimo risultato se comparato con gli altri competitor (3 ore le Pamu Scroll, 5/6 ore le AirPods, 4 ore le Ticpods).

Pesano 4.2 grammi, hanno altoparlanti da 7.2 mm, ma soprattutto sono Bluetooth 5.0; ricordiamo questo cosa significa: il modulo Bluetooth 5.0 porta poi dei benefici riscontrabili in minori consumi energetici, un range di funzionamento più lungo e meno interferenze, agevolando un segnale più stabile e nitido. Inoltre è possibile effettuare chiamate stereo, avere meno rumore di fondo, connettere gli auricolari più velocemente e automaticamente. Alcune di queste cose però non le ho riscontrate nelle Airdots.

Durante l’ascolto della musica, il segnale rimane stabile anche se ci si allontana parecchio dal cellulare, cosa che però non accade in caso di chiamate: questo si perde molto facilmente anche dopo pochi metri. La qualità del suono in chiamata a inoltre è molto bassa, spesso mi sentivano con voce metallica nonostante stessi parlando in casa. Per non parlare della cancellazione del rumore di fondo che in chiamata è decisamente pessima, mentre nell’ascolto della musica e ottima essendo cuffie in ear.

Le cuffie nell’ascolto musicale non si fermano da sole una volta tolte dalle orecchie, ma rimangono accese in perpetuo fino a quando non vengono spente manualmente (tenendo premuto nell’area touch fino all’apparire del led rosso, oppure riponendole nel loro case). Tirandole fuori dalla custodia si riaccoppiano velocemente: quando la funzione di ascolto stereo funziona bene, oltre al feedback (in cinese) che conferma l’accoppiamento, udiremo una breve melodia di conferma. Sì, il feedback è proprio in cinese essendo cuffie pensate al momento solo per quel mercato. Non si sa ancora se queste sbarcheranno ufficialmente nel mercato europeo, se mai dovessero farlo.

La superficie è sensibile al tocco, tuttavia non in maniera uniforme. Se si tocca più in basso o più in alto nell’area touch potrebbe non percepire nulla, bisogna dunque toccare in maniera decisa al centro. I comandi possibili sono il singolo tap in entrambi gli auricolari che si traduce nel mettere in pausa la musica e il doppio tap per richiamare l’assistente vocale. Comandi che però non sono sempre così reattivi e questo implica dover toccare le cuffie più volte per ottenere un feedback.

Importante nota da segnalare: durante la fruizione di video ho notato un leggero lag nell’audio, non è estremamente fastidioso, ma è comunque presente, perciò il discorso youtube o netflix con questi auricolari è da mettere un po’ da parte.

Qualità del suono

Arriviamo però al vero punto di forza di questi Xiaomi Mi Airdots: la qualità del suono. È veramente buona, l’audio è ricco e con bassi decisi. Di tutte le cuffie che ho provato posso quasi dire che siano quelle con il suono migliore, almeno secondo i miei gusti ossia con bassi molto marcati. Andando nello specifico come qualità sonora sono di poco superiori alle Pamu Scroll, e sicuramente più corpose delle AirPods, Ticpods e Soundcore Liberty Lite.

Vi ho parlato all’inizio di tanti piccoli problemi che presentano queste cuffiette: arriviamo dunque a quello più grande, ossia il funzionamento stereo.

Ho riscontrato che di colpo, senza motivo alcuno, hanno deciso di smettere di funzionare come cuffie stereo. Mentre prima mi appariva solo la cuffia destra come bluetooth da accoppiare (MI AIRDOTS BASIC_R) e funzionavano entrambe in stereo, ora mi apparivano entrambe (MI AIRDOTS BASIC_R e MI AIRDOTS BASIC_L) e collegandole si comportavano come auricolari mono.
Questo fastidioso problema si risolve tramite un procedimento meticoloso di riavvio.

Vediamolo insieme:

  • estrarre uno dei due auricolari dalla custodia, lasciando l’altro inserito nel case;
  • l’auricolare estratto si accenderà automaticamente, dovrete dunque spegnerlo premendo a lungo l’area touch, fino all’apparire del led rosso;
  • tenete premuto per circa 25-30 secondi, finché vedrete un blink rapido bianco-rosso-bianco-rosso susseguirsi per ben due volte (circa 10 secondi l’uno dall’altro);
  • fatto ciò estraete anche il secondo auricolare e ripetete la medesima procedura fatta per il primo;
  • ora inserite entrambi gli auricolari nel case e lasciateceli per circa cinque secondi (in entrambi dovrà accendersi la lucetta rossa, se ciò non dovesse accadere spegneteli manualmente);
  • potete ora estrarre entrambi gli auricolari e li troverete sincronizzati, pronti per essere utilizzati in modalità stereo;
  • sul vostro smartphone le Xiaomi Mi AirDots saranno riconosciute come MI AIRDOTS BASIC_R e funzioneranno perfettamente in stereo.

Ulteriori dettagli nella nostra guida dedicata: Come risolvere i problemi di accoppiamento delle Xiaomi Mi Airdots.

Scheda tecnica Xiaomi Mi Airdots YE

  • Dimensioni basetta di ricarica: 2.30 x 1.45 x 1.30 cm;
  • Dimensioni cuffie: 0.91 x 0.57 x 0.51 pollici;
  • Capacità della batteria: 40 mAh batteria agli Ioni di Litio;
  • Tempo di ricarica: 1,5 ore;
  • Il case ricarica 3 volte completamente le cuffie;
  • Connettività: senza fili, Bluetooth 5.0;
  • Protocollo Bluetooth: A2DP,AVRCP,HFP,HSP;
  • Larghezza di banda: 20-20000Hz;
  • Impedenza: 16 Ohm ± 15 percent;
  • Sensibilità della cuffia: 106 ± 3dB;
  • Tensione di funzionamento: 3.7V.

In conclusione

Per concludere parliamo del prezzo delle Xiaomi Mi Airdots YE: 199 Yuan, ossia circa 25 €. Tuttavia vista la scarsa disponibilità iniziale e l’elevata domanda il prezzo tende a lievitare nei negozi online fino a toccare punte di 60-70 Euro.

Il modello che abbiamo provato ci è stato gentilmente spedito dal negozio Gearvita che le propone a circa 57,99 dollari. 

Devo dire che, basandomi sulla mia esperienza, se queste cuffie non avessero tutti i problemi che vi ho segnalato allora potrebbero valere tranquillamente anche 80€, vista l’ottima qualità del suono tuttavia, date le varie pecche, devo dire che non valgono sicuramente nessun prezzo al di sopra dei 40 euro, a cui sono in vendita ora in molti siti, mentre sono assolutamente da tenere in considerazione sotto tale cifra.

Xiaomi rimane tuttavia una compagnia che ci ha abituati a prodotti di ottima qualità, perciò spero che andranno a correggere questi problemi di gioventù nelle versioni successive.

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top