Pizza intelligenza artificiale

Se è vero che molte persone straniere si riferiscono ai noi italiani con detto “Pizza, spaghetti e mandolino“, non c’è alcun dubbio che siamo stati in grado di esportare al di fuori dei nostri confini il miglior cibo del mondo. La pizza è la pietanza per eccellenza e, grazie a una nuova intelligenza artificiale sviluppata dai ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del MIT e dai ricercatori del Qatar Computing Research Institute (QCRI) e basata su una rete neurale, adesso è possibile generare la foto di come verrà ancor prima che venga cotta.

La rete neurale è in grado di produrre l’immagine di una pizza e capire quali sono gli ingredienti e il modo corretto di sovrapporli prima che il tutto entri nel forno. L’intelligenza artificiale è in grado di capire come dovrebbe apparire una pizza, in ogni passaggio della sua preparazione, conoscendo semplicemente gli ingredienti.

Un esempio pratico potrebbe essere chiedere alla IA una Capricciosa senza piselli e, in maniera quasi istantanea (per noi umani, per il computer sono necessari moltissimi calcoli), ottenere la foto di una pizza Capricciosa senza i piselli.

Non sappiamo se effettivamente questo progetto ha una vera utilità al momento. Tuttavia, si tratta core del primo passo, visto che i ricercatori vogliono provare ad applicare il modello anche ad altri ambiti.

Sebbene abbiamo valutato il nostro modello solo nel contesto della pizza, riteniamo che un approccio simile sia promettente per altri tipi di alimenti che vengono preparati a strati, come hamburger, panini e insalate. Oltre al cibo, sarà interessante vedere come il nostro modello si comporta nella moda, dove un’operazione chiave è la combinazione di diversi strati di vestiti.