Marte

L’esplorazione spaziale si sta facendo sempre più interessante grazie all’entrata in gioco non solo di aziende private americane ma anche di governi esteri interessati all’esplorazione e al turismo spaziale. Ne è un esempio la Cina che ha appena fissato un paio di obiettivi molto importanti: inviare delle sonde e dei rover su Marte entro il 2020.

La Cina punta a diventare il primo paese a condurre un’esplorazione orbitale e di superficie su Marte in un’unica missione“, ha detto Zhang Rongqiao, il direttore capo delle missioni spaziali cinesi, in un forum internazionale sull’esplorazione dello spazio lunare e dello spazio profondo a Pechino.

La sonda Marte cinese consiste di tre parti: orbiter, lander e rover. L’orbiter chiaramente è la sonda che è destinata a rimanere attorno al pianeta per eseguire misurazioni e fornire sostegno alle componenti a terra; il lander è il dispositivo che consentirà al rover di atterrare in tutta sicurezza. Il trittico previsto dalla Cina trasporterà 13 strumenti scientifici, di cui sette nell’orbiter e sei nel rover.Rover cinese per Marte

L’orbiter raccoglierà dati sull’atmosfera di Marte, sul campo elettromagnetico, sulle temperature, sul paesaggio di superficie e su altri importanti indicatori scientifici, ha affermato.

Il rover, del peso di circa 200 chilogrammi, si concentrerà sulla raccolta dei dati di superficie, oltre a testare altre apparecchiature per aprire la strada a future missioni di recupero dei campioni tra il 2025 e il 2030.

Nel complesso, la prima missione marziana della Cina “procede senza intoppi e tutto secondo i piani“, ha aggiunto.

La Russia, l’India, gli Stati Uniti e l’Agenzia spaziale europea (ESA) hanno già delle sonde in orbita attorno a Marte, ma solo gli Stati Uniti sono riusciti a far atterrare con successo un rover e effettuato missioni di superficie (l’ESA ci ha provato un paio di anni fa fallendo per un errore di calcolo).

Ricordiamo che intorno al 2020, la NASA, l’ESA e gli Emirati Arabi Uniti lanceranno anche sonde su Marte mentre l’obiettivo di SpaceX è quello di far approdare il primo essere umano su Marte intorno al 2025.