Boeing BBJ 777X

Fra gli aerei più famosi e utilizzati al mondo troviamo il Boeing 747/757 e l’Airbus A380 (soprattutto per i viaggi molto lunghi). Tutti comunque hanno un difetto comune: l’autonomia. Nessun aereo attuale permette di viaggiare in qualunque parte del mondo senza eseguire almeno uno scalo per il rifornimento di carburante. O meglio, nessun aereo fino a ora. Boeing infatti ha annunciato la realizzazione del nuovo Boeing BBJ 777X, ovvero il primo aereo che può viaggiare fino a 21.000 KM senza eseguire il rifornimento.

Il progetto del nuovo velivolo per i miliardari (previsto in due differenti versioni, la 777-8 e la 777-9) è stato presentato all’appuntamento biennale Middle East Business Aviation Association Show di Dubai dalla divisione specializzata Boeing Business Jet.

Come potete immaginare, il Boeing BBJ 777X non verrà utilizzato dalle compagnie low-cost o per viaggi di breve durata. Il target di questo nuovo modello sarà la clientela business e di lusso.

Il Boeing BBJ 777X è in grado di volare intorno alla metà del mondo senza fermarsi, più lontano di qualsiasi altro business jet mai costruito. I nostri clienti più esclusivi vogliono viaggiare con il meglio in termini di spazio e comfort e vogliono volare in modo diretto verso le loro destinazioni“, ha spiegato Greg Laxton, capo di Boeing Business Jets. “Il nuovo BBJ 777X sarà in grado di farlo come nessun altro aereo prima d’ora, ridefinendo il viaggio vip di lunghissimo raggio“.

Interni extra spaziosi

Dal punto di vista tecnico, il modello 777-8 offre 302,5 metri quadrati (oltre 100 milioni di dollari per arredare il tutto) e un’autonomia di volo maggiore (21.570 chilometri) mentre la variante 777-9 ha a disposizione 342,7 metri quadrati e riesce a coprire una distanza massima di 20.370 chilometri.

Al momento i piani di Boeing prevedono la costruzione del modello 777-8 entro il 2020 e del modello 777-9 entro pochi mesi dopo. Al momento però non sappiamo quali sono le compagnie aeree interessate anche perché servono 443 milioni di dollari per comprarlo e, come detto in precedenza, un centinaio di milioni per arredarlo a dovere.