Apple Card

Man mano che passano i giorni sono sempre di più i dettagli e le minuzie riguardanti la Apple Card che vengono scoperte da coloro che ne hanno richiesto una. Una di queste ha quasi dell’incredibile, visto che per poter utilizzare la carta di credito bisogna accettare i Termini e le Condizioni di utilizzo, in cui spicca anche l’obbligo di non portare in tribunale né Apple né Goldman Sachs ma di accettare un arbitrato vincolante per risolvere le controversie.

Insomma, l’utilizzo della Apple Card mette al riparo sia Apple che Goldman Sachs da eventuali cause in tribunale, siano esse portate avanti da singoli o da un gruppo di persone tramite class action (cosa a cui Apple sembra essere sempre più abituata). Seppur l’arbitrato privato viene spesse volte consigliato in quanto più veloce e sicuramente meno costoso rispetto a una causa tradizionale, le statistiche parlano di risultati spesse volte a favore delle grandi aziende e a sfavore dei singoli cittadini.

Come non accettare la clausola di Apple Card

Fortunatamente però esiste un semplice modo per non accettare questa parte dei Termini e Condizioni d’utilizzo della Apple Card, riacquistando il proprio diritto a portare in tribunale una delle due aziende responsabili per eventuali controversie.

Nel giro di 90 giorni da quando si riceve la Apple Card, gli utenti statunitensi possono chiamare il 877-255-5923 o inviare una raccomandata a Lockbox 6112, P.O. Box 7247, Philadelphia, PA 19170-6112 oppure ancora usare la chat all’interno dell’app Wallet chiedendo di rinunciare all’accettazione di questa clausola. Come potete vedere dallo screenshot, usando la chat è una proceduta che chiede appena 30 secondi.

Vuoi la Apple Card? Allora devi accettare di non portare in tribunale né Apple né Goldman Sachs 1