Phil Spencer Xbox

Negli ultimi mesi è rimbalzata più volte in rete un’indiscrezione secondo cui Microsoft stesse lavorando non solo alla Xbox  Scarlett annunciata in anteprima all’E3 2019 con specifiche al top e supporto 8K ma anche a una versione “streaming-only” ed economica da dedicare al servizio di game streaming xCloud. Ebbene, in queste ore è arrivata la doccia fredda per chi la voleva: Phil Spencer, direttore capo della divisione Xbox in Microsoft, ha smentito il tutto in un’intervista coi colleghi di Gamespot.

Egli ha tenuto a sottolineare come l’obiettivo di Microsoft per il suo servizio di game streaming sia quello di abbattere le barriere dell’hardware. In altre parole, affidarsi a dispositivi hardware già esistenti e ottimizzare il funzionamento su Smart TV, Xbox One, smartphone, tablet, PC e Mac.

Al momento non stiamo lavorando su una console dedicata solo allo streaming“, spiega Phil Spencer. “Vogliamo che sia lo smartphone che avete in tasca la destinazione per lo streaming mentre la nostra console in fase di sviluppo servirà principalmente per giocare in locale“.

Purtroppo per adesso non abbiamo molte informazioni sul Project xCloud di casa Microsoft, anche se una versione beta dovrebbe venir lanciata ad ottobre (appena un mese prima del lancio ufficiale del grande rivale, Google Stadia).

Cosa diversa invece per la Xbox Scarlett, visto che la stessa Microsoft ha confermato alcune delle sue specifiche hardware: dalla CPU AMD basata su architettura Zen 2 alla GPU AMD basata su architettura RDNA, passando per la memoria RAM GDDR6 e arrivando allo storage SSD super veloce, si dovrebbero avere prestazioni superiori del 400% rispetto alla Xbox One.