Acer Predator Thronos Air

Da passatempo negli anni ’90, il gaming sta diventando sempre più una competizione sportiva a tutti gli effetti, con gli eSport che stanno conquistando sempre più popolarità. Per competere con i migliori giocatori al mondo è necessario molto allenamento e ciò significa lunghe sessioni di giochi. É a questa tipologia di utenti che si rivolge la nuova postazione da gaming Acer Predator Thronos Air appena presentata ad IFA 2019.

Seguendo quanto fatto all’IFA dell’anno scorso con Predator Thronos, Acer ha annunciato un nuovo “trono del gaming” chiamato Predator Thronos Air. Si tratta di una postazione “all-in-one” che consente di sedersi (o anche stirarsi) e godersi il gaming in una maniera decisamente poco tradizionale.

Il suffisso Air in questo caso non è stato messo a caso, dal momento che ci troviamo di fronte a un trono più semplice e compatto rispetto a quello dell’anno scorso, con meno meccanismi motorizzati ma comunque con un prezzo di listino non per tutti.

In particolare, nella nuova versione è stato eliminato il braccio del monitor motorizzato in favore di uno regolabile manualmente, ma è stata mantenuta la stessa gigantesca struttura in acciaio che supporta fino a tre display uno accanto all’altro.

La postazione di seduta è stata anche un po’ riveduta in meglio. Oltre alla possibilità di aggiustare l’angolazione fino a 130°, adesso sono presenti degli speciali attuatori sulla schiena in grado di eseguire diversi tipi di massaggi atti a rilassare il gamer durante le lunghe sessioni di gioco.

La disponibilità per l’Europa è data per il quarto trimestre del 2019 mentre per quanto riguarda il prezzo, ci troviamo di fronte a una postazione da gaming da ben 14.000 dollari (contro i 9.999 euro necessari per il modello dell’anno scorso). C’è da dire però che il prezzo è solo per la postazione, a cui bisogna aggiungere da 1 a 3 monitor e un computer da gaming. Insomma, è molto probabile che il prezzo finale sfiori i 20 mila dollari.