Xiaomi Router 4Q

Xiaomi lo sappiamo, è lungi dall’essere solamente un’azienda che si occupa di smartphone. Nel suo portfolio (e in quello delle aziende partner) sono presenti accessori di ogni genere e appartenenti pressoché a tutte le branche della tecnologia. Fra di questi troviamo anche la categoria dei router, la quale si è appena aggiornata con il lancio del nuovo modello Xiaomi Router 4Q (realizzato in collaborazione con Mijia).

La principale caratteristica che salta subito all’occhio di questo accessorio per il networking è senza dubbio il prezzo: 99 yuan che, al cambio, equivalgono a circa 14 euro.

Lo Xiaomi Router 4Q è dotato di dimensioni di 200 x 134,86 x 178,98 mm, di un chip Qualcomm QCA9561 con clock a 775 MHz, abbinato a 64 MB di memoria RAm e 16 MB di memoria ROM.

Non si tratta di specifiche da top di gamma ma sono sufficienti a garantire il supporto al protocollo wireless 802.11n attraverso tre antenne omnidirezionali ad alto guadagno che supportano anche la tecnologia 3 × 3 MIMO. Potendo contare su più canali di stream, la larghezza di banda massima è di 450 Mbps. Peccato per il mancato supporto alla banda a 5 GHz e per lo standard 802.11 ac.

Posteriormente è dotato anche di 1 porta WAN da 100 Mbps (per il collegamento al modem) e 2 porte LAN da 100 Mbps.

Xiaomi Router 4Q, un tutto fare da appena 14 euro 1

Sulla scocca dello Xiaomi Router 4Q è presente un pulsante chiamato MiNET che permette di supportare MIOT, ovvero un protocollo per una rapida connessione del Wi-Fi (in altre parole, la connessione WPS).

Nonostante non è ancora disponibile in Italia, è molto probabile che lo Xiaomi Router 4Q sarà presto disponibili nei vari store che importano elettronica dalla Cina. Sottolineiamo inoltre che il dispositivo non è dotato di modem, per cui lo potrete usare solo in cascata al modem dell’operatore oppure di terze parti.