Windows 10

Coloro che provano una versione alpha o beta di un software sanno bene che possono incorrere in problemi e bug che rendono l’esperienza generale non ottimale. Lo scopo di questi test è proprio quello di far sapere agli sviluppatori se vi sono dei problemi. A questo proposito, Microsoft sta volendo semplificare il modo in cui gli iscritti al programma Insider di Windows 10 riportano la presenza di bug Feedback Hub.

Nel caso aveste installato una versione Preview di Windows 10 e riscontraste un problema, è molto probabile che non siate i primi ad incapparvi. Invece che creare una nuova segnalazione agli sviluppatori, il nuovo Feedback Hub permette di raggruppare le segnalazioni di uno stesso problema, rendendo il processo di controllo, analisi e verifica agli sviluppatori molto più celere.

Microsoft semplifica la segnalazione di bug in Windows 10 1

Raggruppare i reclami non solo farà risparmiare tempo agli utenti, ma potrebbe aiutare Microsoft a evitare il caos prima che rilasci la versione stabile di una build di Windows 10. Non è un caso che l’October 2018 Update di Windows 10 sia stato il più disastroso di sempre, con bug e problematiche che spuntavano come funghi. Testando Feedback Hub migliorato in una build di Preview – dove i problemi si presentano più spesso rispetto alle versioni stabili – la società probabilmente vuole offrire agli utenti più esperti un modo per essere più efficienti nel segnalare i problemi.

Al momento il rinnovato Feedback Hub è disponibile nel Fast Ring con la build 1.1904.1584.0 ma è probabile che, d’ora in avanti, ogni nuova versione Preview di Windows 10 lo integri.