Xiaomi Mi Router AX1800

Recensione Xiaomi Mi Router AX1800 – Nelle ultime settimane abbiamo avuto l’occasione di testare Xiaomi Mi Router AX1800, un router estremamente evoluto che offre connettività WiFi 6, gestione evoluta della connettività e la possibilità di creare reti mesh.

Dopo averlo messo sotto torchio vi raccontiamo come funziona, quali sono i suoi punti di forza e perché potrebbe migliorare la gestione della vostra rete domestica.

Design e Materiali

A prima vista Xiaomi Mi Router AAX1800 sembra tutto tranne che un router. Si presenta come un parallelepipedo nero, privo di antenne, con un paio di piccoli LED nella parte frontale e alcuni connettori nella parte posteriore. Difficile che passi inosservato in casa, soprattutto se riuscirete a trovargli una collocazione che lo metta in bella mostra, a differenza di quanto accade per la maggior parte di modem e router.

Abbiamo provato Xiaomi Mi Router AX1800 WiFi 6, ecco le nostre impressioni 1

Il router è realizzato interamente in plastica, molto leggero ma con una buona sensazione di solidità, grazie a una plastica di qualità che non flette in alcun punto. Bello il modo in cui le quattro facce si raccordano, con una sorta di griglia verticale che conferisce al router un aspetto decisamente futuristico.

Decisamente scarna la confezione di vendita, che include l’alimentatore (con spina cinese) e un cavo Ethernet. A dire il vero è tutto quello che serve per metterlo in funzione, insieme al foglietto con le istruzioni, semplice da leggere pur essendo scritto interamente in cinese.

Abbiamo provato Xiaomi Mi Router AX1800 WiFi 6, ecco le nostre impressioni 2

Configurazione e funzioni

La messa in funzione del router è decisamente semplice: basta inserire la spina l’alimentatore e utilizzare il cavo Ethernet in dotazione per collegare il router al vostro modem ADSL. Nel giro di un paio di minuti dal primo avvio la luce “System” diventerà blu e potrete iniziare la prima configurazione.

Pur essendo il sistema in cinese sono necessari davvero pochi passaggi per la configurazione iniziale, che può essere eseguita anche da uno smartphone. È sufficiente connettersi alla rete WiFi (il nome è segnato sul fondo del router) senza inserire alcuna password.

Verrete subito reindirizzati alla pagina di configurazione nella quale andrete a inserire la password prescelta per il WiFi. Lasciando spuntate le due caselle in basso utilizzerete la stessa password per accedere alle impostazioni del router, con la possibilità di cambiarla in un secondo momento.

Ora dovrete semplicemente connettervi al router inserendo la password e il gioco è fatto. Se non avete particolari esigenze, e il router vi serve solo per una migliore copertura della casa, potreste anche fermarvi qui e collegare i dispositivi domestici alla nuova rete. Ricordate che la configurazione di default offre due reti, una a 2,4 GHz e una a 5 GHz, ma è possibile unificarle e lasciare al router la decisione sulla banda da utilizzare.

Ovviamente utilizzare il router in questo modo sarebbe come avere una Ferrari e circolare solamente in prima marcia. È però sufficiente scaricare l’app Mi WiFi dal Play Store per aprire un mondo di possibilità davvero evolute. Prima di storcere il naso, pensando di dover affrontare ostacoli insormontabili a causa della lingua, sappiate che l’applicazione è completamente tradotta in italiano e che offre funzionalità simili, e in alcuni casi superiori, rispetto a Google WiFi, che abbiamo provato in parallelo.

Una volta installata l’app dovrete avviare la ricerca del router, impostando la regione su Cina, inserire la password e iniziare la gestione. la schermata iniziale offre due schede, una di riepilogo, con i dispositivi connessi e le velocità istantanee, e una che vi permette di accedere agli strumenti. Selezionando un dispositivo è possibile vederne le velocità in tempo reale, bloccarne l’accesso a internet (anche in maniera pianificata) o creare una blacklist di siti da evitare.

Potete quindi decidere quali dispositivi possono navigare in certe ore del giorno, soluzione perfetta se avete figli e volete limitare l’uso di Internet. Con un po’ di pazienza potete creare una lista di siti che non potranno essere visualizzati, oppure, in maniera molto più semplice, permettere l’accesso solo a determinati siti Internet. Il sistema è decisamente affidabile e molto comodo da utilizzare per i più piccoli, in modo da limitare il loro raggio d’azione.

Già così Xiaomi Mi Router AX1800 avrebbe un senso ma entrando nella Toolbox scoprirete le tante altre potenzialità del prodotto. Oltre a poter aggiornare rapidamente il firmware., mantenendo sempre al sicuro il router e permettendo di applicare le nuove implementazioni, potrete attivare il firewall che permette di decidere quali dispositivi bloccare, segnalando quelli sospetti.

è possibile effettuare un’analisi della propria rete, alla ricerca di eventuali interferenze con le reti dei vicini e ottenere informazioni per migliorare la qualità del segnale. Entrando nelle Impostazioni invece avrete modo di mettere a punto il sistema in modo ottimale, creando VPN, impostando i parametri della rete WiFi e dell’accesso a Internet. Potrete anche decidere di tenere spenti i LED di stato, se utilizzate il router in camera, o se volete renderlo più discreto nell’ambiente domestico.

Non manca la possibilità di spegnere il WiFi a un determinato orario o di limitare la banda che ciascun dispositivo connesso può utilizzare. Si tratta di una soluzione ottimale per chi lavora da casa e non vuole rischiare di vedere la velocità compromessa dagli altri dispositivi collegati al router.

E ricordate che potete aggiungere altri router a quello principale, creando una rete mesh per una copertura più capillare della vostra abitazione, ottimizzando la velocità di trasmissione e l’utilizzo da parte dei dispositivi connessi.

Prestazioni

Abbiamo collegato al nostro router Xiaomi uno smartphone Xiaomi Mi 10, dotato di connettività WiFi 6, per verificare la copertura in casa. Anche nel punto più lontano, una decina di metri, la qualità del segnale è sempre ottima, con una velocità di collegamento che nei casi peggiori si attesta a circa 300 Mbps (in prossimità del router si stabilizza a 1.200 Mbps).

Ottima anche la copertura in verticale, visto che a un piano di differenza la velocità supera i 300 Mbps e a due piani è ancora possibile avere una connessione a circa 100 Mbps, con navigazione più che accettabile. Ovviamente molto dipende anche dai materiali presenti in casa e dalla configurazione delle stanze, che potrebbe influire sulla trasmissione del segnale.

Nessuna incertezza nella navigazione, anche in quegli angoli dove altri router, Google WiFi su tutti, tende a perdere il segnale e a rendere difficoltosa la navigazione. In oltre due settimane di test non abbiamo mai notato particolari rallentamenti, nemmeno nei test più impegnativi, che hanno visto collegati circa 30 dispositivi IoT in contemporanea.

L’applicazione si dimostra sempre all’altezza delle aspettative, senza intoppi o incertezze e le modifiche alle configurazioni di sistema vengono applicate in tempo reale, senza richiedere continui riavvii del sistema.

In conclusione

Se state cercando un router che vi possa permettere una gestione dettagliata della rete, con la possibilità di porre dei limiti, creare corsie preferenziali, avere insomma la rete sotto controllo. Xiaomi Mi Router AX1800 è un’ottima soluzione, anche in virtù di un prezzo davvero contenuto.

Su Banggood, che ringraziamo per averci fornito il sample utilizzato per la recensione, potete acquistarlo a 52,29 euro con spedizione dai magazzini europei, utilizzando il codice sconto esclusivo BGtuttoTech, valido fino al 10 ottobre.

Acquistate Xiaomi Mi Router AX1800 su Banggood