Google Chrome

Google è sempre al lavoro per migliorare tutti i suoi servizi online, non solo dal punto di vista funzionale (le novità “sotto il cofano”) ma anche per quanto riguarda l’estetica e il modo di interazione. Relativamente a Google Chrome, una delle prossime modifiche sarà l’introduzione delle “schede raggruppate“.

In maniera simile a quanto troviamo sul browser web di Safari per Mac, Google Chrome dovrebbe permettere di creare dei gruppi all’interno della barra del titolo così da poter separare le pagine in base a vari filtri scelti dall’utente.

Il bug associato a questa modifica è stato aggiunto cinque giorni fa e descrive il suo obiettivo come “gli utenti possono organizzare le schede in gruppi visivamente distinti, ad es. per separare le schede associate a diversi compiti“.

Come ulteriore indizio, vi portiamo all’attenzione di una nuova flag in fase di aggiunta al codice sorgente di Chromium denominata “Gruppi di schede – Organizza le schede in gruppi visivamente distinti, ad es. per separare le schede associate a diversi compiti”.

Sul Chrome Web Store sono presenti delle estensioni che permettono già di separare e raggruppare le schede ma è chiaro che avere l’opzione direttamente integrata nel browser è una soluzione migliore.

Purtroppo al momento non abbiamo alcuna informazione su quando questa funzione potrebbe arrivare sulle varie versioni di Google Chrome (la prima a riceverla sarà sicuramente la Canary).