Tesla reinventa il volante con questo brevetto high-tech

Nessuno può mettere in dubbio che Tesla abbia dato una spinta al mercato delle auto elettriche con le sue soluzioni innovative, e stavolta al centro della sua attenzione c’è il cuore dell’esperienza di guida: il volante.

L’azienda è al lavoro su di un nuovo sterzo concepito per poter interagire con il conducente senza fargli staccare gli occhi dalla strada, dotato di display, feedback aptico e persino del cambio. Nulla di tutto ciò è però composto da parti meccaniche: tutte le interazioni con li volante, o quasi, saranno effettuate attraverso dei display touch. Come si legge all’interno del brevetto:

L’interfaccia utente del volante può inoltre includere indicatori forniti in una parte inferiore del volante indicativi di un innesto di marcia selezionato del veicolo. Ad esempio, l’interfaccia utente può fornire indicazioni luminose sull’innesto delle modalità Park, Reverse, Neutral o Drive. Inoltre o facoltativamente, il volante può includere il rilevamento RFID e la funzionalità di attivazione NFC.

Le interazioni possibili con i display touch integrati nel volante sono le stesse disponibili sulla console centrale, dotata di un grande schermo che sulla Tesla viene utilizzato nei modi più disparati, anche per giocare o guardare video (a macchina spenta, NdR). Ecco come Tesla descrive la modalità di interazione con questo volante hi-tech:

Interagendo con l’interfaccia utente fornita sul volante, l’utente può selezionare, aggiornare e / o navigare attraverso un menu di controlli. Inoltre, in base ai gesti eseguiti e riconosciuti dall’interfaccia utente, l’utente può anche ricevere feedback sulle selezioni effettuate rispetto all’insieme o al menu dei controlli. Questa interazione dell’utente può manifestarsi attraverso movimenti di gesti effettuati direttamente sull’interfaccia utente e / o sulla base dell’indicazione dell’intenzione dell’utente di interagire con l’interfaccia utente che può essere stimata accertando quando le cifre dell’utente si avvicinano all’interfaccia utente. Ad esempio, attraverso i sensori di prossimità, l’interfaccia utente può rilevare che la cifra dell’utente si sta avvicinando a una funzionalità di manipolazione del controllo sull’interfaccia utente, facendo sì che l’interfaccia utente fornisca un feedback all’utente.

Per cambiare canzone, ad esempio, basterà effettuare uno swipe verso sinistra o destra, ma non solo: oltre a gestire le funzioni multimediali potremo attivare il Voice Control, cambiare la velocità di crociera, navigare il menu e tanto altro.

Altre interazioni potrebbero arrivare quando l’auto potrà guidare in totale autonomia senza necessitare dell’attenzione del conducente, cosa che attualmente la modalità Autopilot richiede. Il brevetto per intero dal nome “USER INTERFACE FOR STEERING WHEEL” consiste di 25 pagine, che i colleghi di Electrek hanno gentilmente caricato su Scribd.