Auto

A Roma la sicurezza dei pedoni è cresciuta grazie alle strisce pedonali a LED

Strisce pedonali a LED

In attesa delle auto a guida autonoma, la sicurezza dei pedoni sulla strada è spesso legata alla presenza di un marciapiede e alle strisce pedonali. Tuttavia, quando viene la notte, sia chi è in auto che i pedoni possono avere difficoltà ad individuare le strisce pedonali. Una soluzione semplice ma geniale è stata appena implementata a Roma, con il sindaco Virginia Raggi che ha mostrato, attraverso la sua pagina Facebook, le prime strisce pedonali a LED.

La nuova trovata di Roma è esattamente quello che sembra: delle strisce pedonali che, di notte, si illuminano attraverso dei LED e permettono quindi di essere avvistate senza problemi.

Per la prima volta Roma si dota delle strisce pedonali a LED: il sistema è stato azionato all’incrocio su via Amba Aradam-Porta Metronia.

In questo modo renderemo l’attraversamento pedonale più sicuro, grazie ai pannelli luminosi, installati direttamente sull’asfalto in corrispondenza delle strisce pedonali.

Il prossimo passo sarà quello di valutare l’utilizzo delle strisce pedonali a LED anche in altri punti della città per rendere più sicuri gli incroci più pericolosi.

 

Non sappiamo esattamente se i LED sono collegati alla rete elettrica oppure se traggono beneficio di alcuni pannelli solari e di una batteria che si ricarica durante il giorno. Ad ogni modo, come detto in precedenza, si tratta di una trovata tanto semplice quanto geniale: una soluzione economica ma di grande impatto sulla sicurezza che sicuramente contribuirà, man mano che verrà diffusa su maggiori incroci, a ridurre il numero di incidenti che vede coinvolti i pedoni.

Sicuramente ci piacerebbe vedere questa soluzione non solo a Roma ma anche in altre città d’Italia.

Fonte: Facebook

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top