Zalando

Adeguandosi alla direttiva PSD2 dell’Unione Europea legata alla sicurezza informatica, lo store digitale di Zalando ha comunicato di aver introdotto nei propri sistemi informatici il supporto all’autenticazione a due fattori (2FA) per i pagamenti. Si tratta di un’ottima notizia che permette di rafforzare enormemente la sicurezza degli account e degli acquisti.

Zalando, il cui successo internazionale si traduce in più di 27 milioni di clienti attivi in tutta Europa, è fra i primi e-commerce europei a recepire la nuova direttiva PSD2. Nella sua implementazione, si affida alla tecnologia fornita dalla piattaforma di pagamento Adyen con tanto di crittografia a monte dei dati di pagamento prima che vengano trasmessi alla banca.

Al fine di semplificare l’implementazione di questa nuova funzione da parte dei suoi utenti, Zalando ha pubblicato un video tutorial su come attivare e su come funziona il nuovo processo di pagamento.

Per chi non lo sapesse, l’autenticazione a due fattori prevede l’utilizzo, oltre di email e password (qualcosa che si conosce), anche di un secondo fattore di autenticazione che può essere qualcosa che si ha (uno smartphone sicuro, un codice OTP, un SMS ecc.) oppure qualcosa che si è (riconoscimento facciale, impronte digitali, scanner dell’iride ecc.).

Autenticazione a due fattori

In questo modo, anche nel caso in cui venissero rubate email e password, non sarebbe comunque possibile impossessarsi dell’account e dei relativi dati a meno di non autenticarsi anche con l’altro fattore scelto. Non è un caso che l’autenticazione a due fattori è considerata la principale tecnica di difesa contro gli attacchi di phishing.

Facciamo notare infine che l’introduzione dell’autenticazione a due fattori da parte di Zalando è arrivata quasi in contemporanea con Xiaomi che l’ha introdotto per tutti i Mi Account.