Fake email attacco spam

Purtroppo Internet e il World Wide Web non sempre vengono utilizzati per cose positive. La Polizia Postale ha segnalato in questi giorni che è stato lanciato un attacco spam attraverso delle fake email per cercare di ricevere pagamenti da sfortunati utenti che vi incappano.

Il funzionamento è abbastanza semplice e, purtroppo, anche se non perfetto al 100%, delle migliaia e migliaia di persone coinvolte, qualcuno abbocca. La fake email spam in questione sta attuando un attacco di phishing comunicando che l’account sarebbe stato hackerato attraverso l’inoculamento di un virus mentre venivano visitati siti per adulti. Dietro la minaccia di diffondere tutto il materiale online, viene richiesto un pagamento di denaro in criptovaluta (un riscatto).

Attenzione alla fake email che vi ricatta per non diffondere informazioni su visite nei siti per adulti 1

La cosa più importante da sapere è che se ricevete la mail che vedete qui sopra dovete stare calmi e segnalarla come spam. Pur trattandosi di un attacco veritiero, l’hacker non ha nulla per le mani.

Diversi attacchi spam ricordiamo si distinguono anche per l’utilizzo della tecnica dello spoofing, ovvero cercare di rubare le credenziali degli utenti facendosi passare per delle aziende rispettabili (con email e sito web molto simile a quelli reali) che necessitano della conferma di alcuni dati.

Nel caso riceveste questo genere di email, la prima cosa da fare è identificare il mittente e assicurarsi che si tratta dell’azienda reale. Nessuna società che opera online richiede espressamente di confermare i dati attraverso una mail.

Se utilizzate Chrome, è anche utile portare il cursore del mouse sopra il link (senza cliccare) e verificare, in basso a sinistra, il link verso cui reindirizza.

In ogni caso, nel caso qualche servizio vi chiedesse di confermare i dati attraverso una mail, la cosa più intelligente da fare è recarsi sul servizio attraverso un browser web e non attraverso il link fornito. In questo caso si è sicuri che si sta comunicando con l’azienda reale.