Recensione OnePlus Buds Pro: queste sono le cuffie di punta dell’azienda

Recensione OnePlus Buds Pro scaled

Nonostante non siano recenti e abbiano qualche mese sulle spalle, abbiamo avuto l’occasione di provare le cuffie di punta di OnePlus, le OnePlus Buds Pro, e non ce la siamo lasciata sfuggire, così da capire cosa mette in campo l’azienda cinese in questo momento sotto questo aspetto. Le abbiamo provate per qualche tempo e finalmente siamo pronti a raccontarvi la nostra esperienza.

Recensione OnePlus Buds Pro: queste sono le cuffie di punta dell'azienda 1

Audio

Iniziamo col parlare dell’audio, che è l’aspetto fondamentale per delle cuffie. Le OnePlus Buds Pro garantiscono un suono di qualità e appagante, paragonabile a quello offerto dai prodotti della stessa fascia e anche di qualcuno superiore. Riproducono un audio assai piacevole perché caldo, corposo, pulito, alto e, soprattutto, equilibrato con bassi e alti presenti nella giusta misura. Sono delle cuffie ottime per l’ascolto di qualsiasi tipo di audio, soprattutto di musica e film, in quanto riescono a garantire sempre un audio di qualità, bilanciato e privo di fruscii e latenza, in qualsiasi condizione. Poi il loro isolamento dai rumori ambientali, grazie all’ANC adattivo, non è affatto male, sono stabili nelle orecchie e non cadono nemmeno facendo attività sportiva, permettono buone chiamate telefoniche grazie ai microfoni integrati precisi e garantiscono sempre una connessione stabile e affidabile, con qualsiasi dispositivo e sistema operativo, mediante il Bluetooth 5.2. E questo è dovuto in gran parte ai vari codec in alta qualità supportati: le OnePlus Buds Pro supportano i codec SBC, AAC e soprattutto LHDC, che consente di godere di una qualità audio in alta definizione. C’è poi un equalizzatore che permette di aggiustare la calibrazione audio secondo i propri gusti utilizzando dei preset predefiniti oppure creandone di personalizzati con le proprie mani.

Recensione OnePlus Buds Pro: queste sono le cuffie di punta dell'azienda 2

Design

Esteticamente sono veramente belle e si fanno adorare per il loro aspetto semplice ed elegante e per quella piccola fascia di colore differente presente nella parte bassa che dona loro aggressività e unicità, soprattutto nella colorazione nera. Poi sono lucide solo in minima parte e per questo trattengono poca sporcizia e ditate. Sono certificate per resistere agli schizzi d’acqua e al sudore, il che le rende delle ottime compagne per lo sport. E, non da meno, sono costruite molto bene, custodia per la ricarica inclusa.

Recensione OnePlus Buds Pro: queste sono le cuffie di punta dell'azienda 3

Software e applicazione

Si possono gestire dallo smartphone utilizzando l’applicazione HeyMelody, che è solo in lingua inglese ed è poco intuitiva e funzionale. Da qui è possibile aggiornare il firmware, gestire la riduzione dei rumori ambientali tramite l’ANC, impostare l’equalizzatore, modificare e scegliere le gesture per entrambe le cuffie, attivare o disattivare il dual-connection, visualizzare la carica residua e agire su qualche altra impostazione minore. Diciamo che il software non è il loro forte perché sono poco personalizzabili e l’applicazione non funziona benissimo in quanto è poco intuitiva, a tratti è lenta e poi spesso dà un messaggio di errore segnalando che le cuffie si sono disconnesse. In compenso c’è il Fast Pair per un abbinamento rapido alla prima connessione con un nuovo smartphone Android supportato e un ottimo funzionamento delle gesture e della riduzione dei rumori ambientali.

Autonomia

Come per gli smartphone, anche per le cuffie l’autonomia dipende da vari fattori e cioè da connessioni/disconnessioni, volume dell’audio, distanza d’uso e utilizzo del microfono, tuttavia le OnePlus Buds Pro garantiscono un’autonomia top capace di raggiungere senza grosse difficoltà le 7 ore circa con ANC spento e 5-6 ore con ANC acceso; c’è poi, come supporto, la custodia, che è capace di garantire un’altra ventina di ore di autonomia. La ricarica completa della custodia delle cuffiette richiede circa un’ora e mezza, ma dipende sempre dalla carica di partenza. C’è la ricarica wireless rapida Warp charge e questo significa che la porta USB-C non è l’unico modo per ricaricarle.

Recensione OnePlus Buds Pro: queste sono le cuffie di punta dell'azienda 16

Conclusioni

Le OnePlus Buds Pro, come avrete capito, sono delle ottime cuffie true wireless di fascia alta, tuttavia a causa di alcune mancanze sono lontane dall’essere le migliori nella loro fascia di prezzo. Suonano bene, possiedono la cancellazione attiva dei rumori di fondo, sono affidabili e sono apprezzabili esteticamente, ma l’applicazione per gestirle è per certi versi una tortura e fa passare la voglia di utilizzarla perché funziona male e dà poche opzioni di personalizzazione. In più, manca il sensore di prossimità per rilevare l’inserimento nei condotti uditivi e quindi per offrire un funzionamento ancora più smart. E per delle cuffie che puntano a essere fra le migliori questa è una mancanza non da poco, anche perché il prezzo a cui sono vendute non è basso. Le OnePlus Buds Pro sono in vendita su Amazon al prezzo di 149 euro, scontato a 128,59 euro in questi giorni.

Acquista su Hekka usando il codice tuttoh per avere 10 euro di sconto su ordini di almeno 29 euro

Condividi: