Intel modem 5G

La rivoluzione delle reti 5G non è ancora pronta per partire ma, come sicuramente saprete, i responsabili  dei vari produttori di smartphone ragionano con anni di anticipo. Ed ecco allora che Intel, principale fornitore dei modem LTE per gli iPhone di quest’anno, è stata scartata da Apple per la fornitura dei modem 5G degli iPhone 2020.

Apple ha comunicato a Intel che non richiederà il suo modem 5G Sunny Peak per il roster di iPhone 2020. Dal momento che Apple è il principale cliente di Intel per i modem 5G, lo sviluppo di questa generazione è stata sospesa dal colosso di Santa Clara con la speranza di rilanciare con Apple per i modem Sunny Peak per gli iPhone 2022.

Apple non vuole usare i modem 5G di Intel per gli iPhone 2020 1

Secondo delle informazioni leaked trapelate in rete, Intel ritiene che la decisione di Apple di non utilizzare Sunny Peak sia stata il risultato di “molti fattori”. Avrebbe anche detto che Apple sta affrontando un “enorme sforzo” per fare da traino nell’utilizzo di modem 5G.

Tre possibili motivi sul perché Apple ha deciso di sospendere la collaborazione con Intel potrebbero essere i seguenti. La prima ragione è l’introduzione di WiGig (802.11ad) che Intel ha detto “porta nuove e inaspettate sfide”. Forse Apple vuole aspettare fino a quando questa tecnologia sarà più matura (sarà il capo saldo per la VR e la AR senza fili del futuro).

La seconda ragione rimanda a una nota dell’analista Northland Gus Richard, che suggerì a Apple di rivolgersi a MediaTek per produrre modem. La terza possibilità per non volere l’hardware di Intel la si potrebbe ritrovare nella possibilità che Apple abbia intenzione di creare un proprio modem 5G, anche se questa è forse la meno probabile.