5G

Ad inizio mese vi avevamo parlato dei gesti sconsiderati di alcuni cittadini che nel Regno Unito avevano dato fuoco alle torri 5G perché “veicolo di diffusione del Coronavirus“. A queste seguono le sempre maggiori interdizioni che vedono alcuni comuni bloccare l’installazione delle antenne 5G per paura che queste possano avere effetti collaterali gravi sulla salute delle persone, così come gli atti vandalici nella zona di Caserta.

YouTube banna video fake sul Coronavirus

Mentre ci si chiede ancora se effettivamente il 5G faccia male o meno e se sia possibile utilizzare la connettività di quinta generazione per veicolare il Coronavirus – vi consigliamo di leggere l’editoriale in calce alla news per scoprire se è possibile o meno “sparare virus tramite il 5G” -, YouTube prende in mano la situazione e decide di bannare i video fake sul 5G e Coronavirus.

In queste settimane la piattaforma è stata letteralmente inondata da video fake circa una presunta correlazione fra il virus e le torri 5G, il che avrebbero anche dato modo ad alcuni facinorosi di scagliarsi contro le antenne compiendo veri e propri atti vandalici. Per dare freno alla propagazione di queste notizie false, la creatura di Google si è mossa in autonomia andando a bannare i video che diffondono falsità.

In attesa di una mossa da parte di Facebook per arginare la nascita di gruppi in cui si propagano fake news sul Coronavirus e 5G, WhatsApp avvia il fact checking per dare modo ad ogni cittadino di accedere ad informazioni sicure e accreditate.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus e 5G