Xbox Game Pass

Torniamo ad occuparci di Xbox Game Pass, la soluzione studiata dal team di Microsoft per sfruttare le potenzialità del nuovo servizio di game streaming dell’azienda anche sui device Android.

Il sistema messo a punto da Microsoft si basa sull’utilizzo dei server del colosso di Redmond e necessita di smartphone o tablet Android recenti, capaci di garantire le risorse di cui Xbox Game Pass ha bisogno per offrire un’esperienza di gioco piacevole.

Purtroppo non tutti i dispositivi Android sono supportati, così come ci ha tenuto a ricordare lo stesso team di Microsoft: la soluzione del colosso di Redmond, infatti, non è disponibile per le versioni “modificate, alternative o emulate” di Android e tra gli esempi citati vi sono Chrome OS, Fire OS, OxygenOS, Android TV, Android Auto e BlueStacks.

Xbox Game Pass non supporta tutti i device Android

Tra le versioni escluse, pertanto, vi è pure OxygenOS, ossia l’interfaccia personalizzata di OnePlus e ciò pare piuttosto strano, in quanto quelle degli altri produttori di smartphone Android non sono presenti in tale elenco. Che si sia trattato di un errore?

Sono invece supportati i dispositivi di Samsung, che ha pubblicato l’app Xbox Game Pass sul suo store (trovate la pagina dedicata seguendo questo link).

Ad ogni modo, nonostante le “esclusioni ufficiali”, pare che il servizio funzioni ugualmente sugli smartphone OnePlus, su dispositivi Chrome OS come Google Pixelbook, su quelli Android TV come NVIDIA SHIELD e persino su BlueStacks (c’è un’apposita guida sul blog ufficiale).

Non ci resta altro da fare che augurarvi buon divertimento.

AGGIORNAMENTO: il team di OnePlus con una nota ufficiale ha confermato che, al contrario di quanto annunciato da Microsoft, anche gli smartphone dell’azienda (e OxygenOS) supportano Xbox Game Pass. Gli abbonati a tale servizio, pertanto, potranno giocare senza problemi.