PRIVACY

L’attenzione di Apple verso il tema della privacy è ormai abbastanza nota, non sorprende quindi il focus dedicato a questa tematica durante Worldwide Developer Conference. La compagnia ha innanzitutto annunciato diverse modifiche ai servizi di geo-localizzazione.

Ora infatti sarà possibile, tramite un’applicazione dedicata, scegliere di condividere la propria posizione in modo approssimativo e meno specifico invece di optare per un tracciamento preciso, mentre l’utilizzo della fotocamera e del microfono verrà notificato sulla barra di stato qualora un’applicazione ne facesse uso.

Privacy migliorata sull’App Store

Oltre a questo Apple richiederà agli sviluppatori dei report periodici riguardo la loro attività, in modo tale che gli utenti siano in grado di vedere quanti dati vengono raccolti durante l’utilizzo di una determinata app. Inoltre, per questioni di trasparenza, gli sviluppatori saranno anche tenuti a rivelare qualora stessero condividendo i dati raccolti con compagnie terze. Queste informazioni potranno essere consultate direttamente dall’App Store.

Apple sta anche aggiungendo delle autorizzazioni per il tracciamento su altre app e siti web, che dovrebbero rendere più facile rimanere anonimi ​​durante la navigazione internet.

In aggiunta al tema della sicurezza online, sono state implementate alcune funzionalità per l’app Casa e Homekit per garantire la massima privacy e sicurezza. Ora infatti con il riconoscimento facciale on-device, i videocitofoni e le videocamere compatibili con queste app riconoscono amici e famigliari automaticamente.

In chiusura, il gigante della tecnologia ha annunciato che limiterà l’accesso ai dati personali dei singoli utenti dichiarando di voler evitare la raccolta di questi ultimi, elaborando quindi quante più informazioni possibile sui dispositivi degli utenti, anziché inviarli a terzi.