OPPO Watch

In attesa dell’ormai imminente arrivo ufficiale di OPPO Watch in Italia, abbiamo la possibilità di farci un’idea di quelle che sono le potenzialità di questo smartwatch che tanti utenti ha incuriosito per la sua somiglianza con Apple Watch.

Lo staff di GSMArena.com, infatti, ha avuto modo di provare lo smartwatch e ci ha fornito così qualche interessante anticipazione sulle sue feature.

Ricordiamo prima le principali caratteristiche:

  • display:
    • 41 mm: AMOLED curvo da 1,6″ a risoluzione 320 x 360 pixel
    • 46 mm: AMOLED 3D da 1,91″ a risoluzione 402 x 476 pixel
  • SoC Qualcomm Snapdragon Wear 3100 con co-processore Apollo 3
  • 1 GB di RAM
  • 8 GB di memoria interna
  • connettività Wi-Fi 2,4 GHz, Bluetooth 4.2, GPS, GLONASS, NFC
  • sensore per la rilevazione del battito cardiaco, barometro, sensore di prossimità, giroscopio, magnetometro
  • scocca resistente all’acqua fino a 3 ATM (41 mm) e fino a 5 ATM (46 mm)
  • batteria da 300 mAh (41 mm) o da 430 mAh (46 mm) con ricarica rispettivamente da 1A e 1,5A
  • sistema operativo Wear OS

OPPO Watch, feature e prestazioni

Anche la confezione dell’orologio è familiare per chiunque abbia già acquistato un Apple Watch e senza dubbio il telaio realizzato in alluminio 6000-series fa il suo effetto (la parte posteriore è invece in plastica).

Il cinturino è realizzato in un materiale che OPPO chiama “Fluororubber” e la cui superficie ricorda quella del silicone, il tutto con una costruzione più rigida.

Dal punto di vista software OPPO Watch può contare su una versione leggermente personalizzata di Wear OS, con icone e animazioni curate.

Rispetto agli altri smartwatch Wear OS, a dire dello staff di GSMArena.com OPPO Watch sembra poter rappresentare un passo in avanti nella giusta direzione. L’alternativa di Apple, tuttavia, pare essere ancora lontana.