Apple rilascia watchOS 5.3.2

Il ramo relativo alle batterie è uno dei settori più trattati dalla ricerca. Di recente vi avevamo parlato di una batteria organica smart frutto di un team di universitari svedesi. Oggi vi parliamo di una soluzione simile per obiettivi ma diversa per concezione: una cella solare super sottile perfetta per i dispositivi indossabili, smartwatch e smartband ad esempio.

La nuova cella solare per gli smartwatch nei dettagli

Alla base c’è una collaborazione internazionale patrocinata dagli scienziati della RIKEN in Giappone con partnership con l’università di Tokyo, della California, con l’Australian Synchrotron e con la Monash University. Il risultato è una cella solare particolarmente sottile che garantisce una struttura robusta e una migliore efficienza nella conversione dell’energia rispetto alle soluzioni attuali.

Caratteristiche, queste, la rendono una soluzione efficace per i dispositivi indossabili (smartwatch e smartband ad esempio) secondo quanto dichiarato dal Dr. Wenchao Huang di Research Fellow della Monash University.

Dati alla mano, questa nuova cella solare è spessa appena 3 micrometri, può generare 9,9 watt per grammo e può funzionare per oltre 20 mila ore (circa due anni e mezzo) senza riscontrare un degrado significativo; ottima perciò per tenere smartwatch e simili alla larga dai caricabatterie).

Certo, per il momento è ancora in fase progettuale ma c’è motivo di credere che ne sapremo di più prossimamente. Perciò rimanete collegati.

In copertina Apple Watch Series 4

Leggi anche: Migliori smartwatch con e senza Wear OS