Home Computer News Chrome OS avrà presto uno strumento nativo di diagnostica di rete

Chrome OS avrà presto uno strumento nativo di diagnostica di rete

0
Chrome OS

Probabilmente a tutti è capitato di perdere la connessione ad Internet mentre si sta usando il proprio computer e sui dispositivi Chrome OS questo imprevisto diventa ancora più fastidioso: infatti, se i sistemi operativi per PC hanno funzionalità di diagnostica integrate per aiutare gli utenti frustrati a tornare online, chi sfrutta uno dei device basati sull’OS di Google questo tipo di strumento deve averlo scaricato e installato manualmente.

Fortunatamente la situazione sta cambiando, in quanto il colosso di Mountain View sta lavorando per introdurre nei Chromebook uno strumento nativo che possa consentire agli utenti di effettuare una diagnostica della rete con un’interfaccia user-friendly.

In arrivo su Chrome OS uno strumento di diagnostica di rete

Sul canale Canary di Chrome OS è già presente questo strumento, che può essere rapidamente visualizzato abilitando il relativo flag (è sufficiente copiare l’URL chrome://flags/#connectivity-diagnostics-webui e incollarlo nella barra degli indirizzi del browser e quindi abilitarlo dal menu a discesa).

Una volta abilitato il flag e riavviato il Chromebook, gli utenti visualizzeranno nel launcher la nuova app Connectivity Diagnostics. Ecco una breve dimostrazione del suo funzionamento:

Chromebook Network Diagnostic Chrome OS

Forte di un’interfaccia semplice, l’app Connectivity Diagnostics consente all’utente di scegliere tra vari test da effettuare (c’è anche un apposito tasto che permette di testare tutto in una volta sola), come Risoluzione DNS, Potenza del segnale, Latenza DNS e Connessione LAN.

Al momento questa nuova applicazione studiata dal team di sviluppatori del colosso di Mountain View è piuttosto basilare e ciò non dovrebbe sorprendere più di tanto se si considera che il suo sviluppo è ancora alla fase iniziale. Ad ogni modo, si tratta ugualmente di una soluzione che ha tutte le carte in regola per far risparmiare molto tempo agli utenti (soprattutto a quelli meno esperti e che non hanno voglia di “impazzire” con strumenti più completi ma, allo stesso tempo, anche più complessi), identificando rapidamente la possibile causa dei loro problemi di connessione.

Restiamo in attesa di scoprire quando tale feature sarà messa a disposizione di tutti gli utenti nel canale stabile di Chrome OS.