Cultura Tech

Banda ultralarga, in Italia solo il 4,4% della popolazione naviga a più di 100 Mbps

Banda ultralarga fibra ottica FTTH

Dopo avervi appena parlato di Open Fiber e dei cantieri relativi ai bandi Infratel che sono stati aperti nel 2018 nelle regioni interessate, vi comunichiamo che gli ultimi dati provenienti dall’incontro Grow! promosso di Agrinsieme, gli italiani che sono raggiunti da una connessione a banda ultralarga da almeno 100 Mbps sono appena il 4,4%.

Nello specifico, in Italia solo il 4,4% della popolazione ha una connessione a 100 Mbps (siamo al 24% nell’Unione Europea) e solo il 41,7% a 30 Mbps (76% in Ue).

L’obiettivo del dall’incontro Grow! promosso di Agrinsieme è stato presentare uno studio Nomisma sui gap infrastrutturali che le imprese del settore agroalimentare in particolare devono scontare nella competizione globale. In sostanza, le aziende italiane sono in pieno digital divide e taiga fuori dall’industria 4.0.

La cosa è particolarmente preoccupante se pensiamo che ci troviamo all’alba dell’era del 5G, rete di nuova generazione che dovrebbe garantire una digitalizzazione accelerata di persone e aziende.

FTTC, FTTB, FTTH e ADSL: differenze, vantaggi e svantaggi

La mancanza di copertura con la banda ultralarga delle aree rurali, hanno sottolineato da Agrinsieme ”è un problema che evidentemente limita la diffusione dell’agricoltura di precisione, ma ha un’importanza fondamentale anche per la coesione sociale e territoriale. Il quadro relativo alle aree rurali conferma le lacune in termini di infrastrutture digitali, con solo il 77% delle famiglie cui è garantito l’accesso a Internet”.

Oltre che all’agricoltura di precisione nel suo cuore, il gap con le altre nazioni europee e mondiali si ripercuote nel mercato del Made in Italy agroalimentare, praticamente escluso per la maggior parte dai nuovi canali di vendita online: nonostante una forte crescita (+220% in 5 anni, raggiungendo i 708 milioni di euro nel 2017) in Italia, infatti, l’e-commerce nel settore Food & Beverage risulta ancora limitato (0,5%).

La speranza è che il piano varato con i bandi Infratel e l’arrivo della rete 5G vada a ridurre queste problematiche.

Fonte: Ansa

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top