Cultura Tech

All’aeroporto di Dubai il controllo passaporti avviene col riconoscimento dell’iride

Aeroporto Dubai scanner iride tunnel smart

I sistemi di sicurezza degli aeroporti di tutto il mondo devono trovare un certo bilanciamento tra precisione ed velocità di esecuzione, specialmente in quelli maggiormente più visitati. A questo proposito, dopo avervi segnalato del riconoscimento facciale avviato da Delta Air Lines per velocizzare il processo di verifica del passaporto, vi segnaliamo che all’aeroporto di Dubai è stato messo a punto uno speciale smart tunnel che consente la verifica in appena 15 secondi.

Lo scalo degli Emirati, il più trafficato al mondo a livello di viaggiatori internazionali, ha varato da qualche ora lo smart tunnel. Si tratta di una sezione che permette il controllo dei documenti in movimento, senza bisogno di fermarsi da un addetto o da una postazione computerizzata.

Alla base di tutto ciò c’è un sistema di riconoscimento dell’iride implementato in diversi sensori posti in punti strategici del tunnel: non appena un passeggero passa di lì, il sistema lo identifica nel giro di pochi secondi e apre le porte.

Come avrete capito, questo sistema può funzionare solo se ci si registra nei sistemi dell’aeroporto di Dubai, visto che occorre avere una mappatura dell’iride con la quale fare il confronto.

Inaugurato proprio qualche ora fa, viene definito “l’ultima e più avanzata tecnologia in materia” da Mohammed Ahmed al-Marri, direttore generale per gli Affari esteri di Dubai.

Al momento il tunnel smart all’eroporto di Dubai si trova in una sorta di beta test, in può essere utilizzato solo dai viaggiatori che hanno acquistato biglietti delle classi superiori (prima e business). Con l’andare del tempo, ci aspettiamo che venga aperto a sempre più persone.

Fonte: Repubblica

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top