PlayStation Classic

In occasione del 25° anno dal lancio della prima PlayStation, Sony ha realizzato una PlayStation Classic, ovvero una console modellata in maniera tale da avere le stesse sembianze del modello originale uscito per la prima volta nel 1994 ma dalle dimensioni molto più piccole (il volume è del 45% inferiore).

Non si tratta della prima volta che una console storica degli anni 80′ e 90′ viene realizzata in “salsa 2.0” sfruttando le moderne tecnologie grafiche. Ricordiamo ad esempio la NES, la Mega SG, la NEO GEO Mini e la The C64 Mini.

Com’è fatta la PlayStation Classic

PlayStation Classic

All’interno della confezione di vendita troveranno spazio, oltre alla console stessa, due controller (cavo lungo 1,5 m) modellati in maniera tale da somigliare fortemente a quelli classici ma dotati di connettore USB, un cavo USB per l’alimentazione della console (alimentatore da da 5 V e 1,0 A non è incluso) e un cavo HDMI per il suo collegamento a una TV o a un monitor (lungo 2 m).

Purtroppo per giocare a PlayStation Classic è necessario usare i controller forniti in dotazione. PS Classic infatti non è compatibile con i DualShock delle PS2, PS3 o PS4.

Le specifiche tecniche conosciute fino a ora della PlayStation Classic sono:

  • Risoluzioni supportate: 720p, 480p.
  • Porta uscita HDMI™
  • Porta USB (Micro-B)
  • 2 ingressi controller
  • Dimensioni esterne: Circa 149 x 33 x 105 mm (larghezza x altezza x profondità).

Cos’è la PlayStation Classic

PlayStation Classic

La PlayStation Classic non è altro che un computer single board (in stile Raspberry Pi) a cui è stato fornito un software di emulazione che consente di “tradurre” le istruzioni della CPU originale della PlayStation per l’architettura ARM a 64 bit.

Nonostante i moltissimi fondi che Sony impiega nella sua divisione PlayStation, sembra proprio che abbia preferito il lavoro svolto da un team amatoriale rispetto a quello dei suoi ingegneri.

Analizzando la lista delle licenze della console si è infatti scoperto che l’emulatore utilizzato è PCSX ReArmed. Si tratta del porting ARM di PCSX Reloaded, a sua volta una derivazione dell’emulatore PCSX originale, che ha cessato lo sviluppo nel 2003. Insomma, Sony ha scelto di usare un emulatore open source per la rivisitazione della sua prima console di giochi in 3D.

I giochi presenti su PlayStation Classic

PlayStation Classic, tutto quello che c'è da sapere sulla nuova console di Sony 1

Esattamente come le altre console retrò 2.0, anche la PlayStation Classic non ha alcun metodo di input dei giochi se non la memoria interna che ne vede pre-installati 20. Di tutti quelli presenti, a nostro avviso meritano una menzione particolare Final Fantasy VII, Grand Theft Auto, Syphon Filter e Tekken 3.

Ma è soprattutto Metal Gear Solid quello che a nostro avviso è il game changer della console di Sony, da molti considerato (anche da noi) una delle pietre miliare dei giochi stealth e uno dei più riusciti giochi per PS1.

Dal momento che alcuni giochi necessitavano nella versione per PS1 di più di un disco, nella PlayStation Classic è stato studiato un modo molto ingegnoso per il “cambio disco: quando si raggiunge la fine di un “disco”, basta premere il tasto “Open” sulla console per passare al disco virtuale successivo.

Purtroppo PlayStation Classic offre un’esperienza di gioco solo offline e plug and play, pertanto non si ha un collegamento a Internet. Ciò significa anche che, almeno inizialmente, non è previsto un sistema per aggiungere nuovi giochi alla console.

Lista dei giochi

  • Battle Arena Toshinden
  • Cool Boarders 2
  • Destruction Derby
  • Final Fantasy VII
  • Grand Theft Auto
  • Intelligent Qube
  • Jumping Flash!
  • Metal Gear Solid
  • Mr. Driller
  • Oddworld: Abe’s Oddysee
  • Rayman
  • Resident Evil Director’s Cut
  • Revelations: Persona
  • R4 Ridge Racer Type 4
  • Super Puzzle Fighter II Turbo
  • Syphon Filter
  • Tekken 3
  • Tom Clancy’s Rainbow Six
  • Twisted Metal
  • Wild Arms​

Giochi multiplayer

  • Battle Arena Toshinden
  • Cool Boarders 2
  • Destruction Derby
  • Intelligent Qube
  • Mr Driller
  • Ridge Racer Type 4
  • Super Puzzle Fighter 2 Turbo
  • Tekken 3
  • Tom Clancy’s Rainbow Six
  • Twisted Metal

I salvataggi

Ogni titolo supporta fino a 15 ingressi scheda di memoria virtuali, che possono essere gestite dall’interfaccia principale della console. Proprio come nella PlayStation originale, una volta che viene eliminato un file di salvataggio, i dati sono cancellati definitivamente e non possono essere recuperati.

Prezzi e disponibilità della PlayStation Classic

La PlayStation Classic sarà disponibile a partire dal 3 dicembre (la data di spedizione del primo lotto di PlayStation nel 1994 in Giappone) al prezzo di 99,99 euro nei principali negozi di elettronica e nei principali e-commerce.

Per procedere al pre-ordine di PlayStation Classic su Amazon Italia, vi basterà cliccare sul seguente link: