Apple

La Fair Trade Commission giapponese ha aperto un’indagine nei confronti di Apple per abuso di posizione dominante: sembra che l’azienda di Cupertino avesse costretto alcuni fornitori locali a fornire prodotti e conoscenze strategiche manifatturiere minacciando l’interruzione di ogni rapporto commerciale.

È quanto emerso dal rapporto del Mainichi Shimbun, uno dei maggiori quotidiani giapponesi, ed è solo la punta dell’iceberg. Come fa notare Reuters, in aggiunta al questionario, un’azienda giapponese rimasta anonima ha sporto denuncia per violazione del diritto intellettuale. Per tutta risposta, anche in questo caso, Apple ha minacciato di troncare ogni rapporto commerciale, secondo quanto raccolto nella denuncia.

Non è la prima volta che Apple finisce nel mirino dell’autorità di controllo in Giappone: lo scorso anno, proprio in questo periodo, è stata accusata per violazione delle leggi antitrust. In quel caso sotto accusa erano i rapporti tra i principali operatori di telefonia mobile Giapponesi, come NTT Docomo, KDDI e Softbank, costretti a vendere iPhone ai consumatori con un basso costo iniziale che tagliava fuori tutti i competitor, in particolar modo Samsung, oltre a bloccare i clienti in contratti da 2 a 4 anni proprio a causa del basso costo iniziale. Per evitare ulteriori indagini, Apple accettò di sollevare gli operatori dagli accordi sulla vendita di iPhone, i quali da allora possono essere pagati a prezzo pieno in anticipo direttamente dagli operatori di telefonia.

In questo caso però l’accusa sembra essere più grave: la FTC sta investigando per cercare di capire se Apple abbia sfruttato la sua posizione dominante nell’industria tecnologia per spingere su accordi dai termini e condizioni più vantaggiosi del dovuto. L’autorità sul controllo sta indagando tra i partner di Apple che procurano tecnologie  per Apple Watch e iPhone per determinate se i contratti che intercorrono tra le aziende siano un “abuso di status superiore“, contrario alla legge Antimonopolio giapponese.

Vi terremo aggiornati con i nuovi sviluppi non appena riceveremo nuove notizie.