Parking Space Guidance Ford

Ford e Vodafone hanno appena annunciato una partnership che prevede lo sviluppo di una nuova tecnologia da integrare dei veicoli per semplificare la ricerca del parcheggio. Chiamata Parking Space Guidance, si tratta di una tecnologia basata sulla connessione tra i veicoli, sviluppata da Ford e Vodafone per gestire al meglio la ricerca del parcheggio ideale, consigliando agli automobilisti quelli disponibili e il percorso migliore per raggiungerli.

Probabilmente non è il caso di coloro che vivono in periferia o nei paesi ma, nel centro delle grandi città come Londra e Francoforte, si stima che il conducente medio trascorra ben 67 ore all’anno alla ricerca di un parcheggio con un costo di oltre € 1.250.

Parking Space Guidance non è altro che un sistema che sfrutta i dati condivisi dagli altri veicoli (in maniera del tutto anonima) insieme alle più recenti mappe stradali per dare un’indicazione di dove si trovi il più vicino parcheggio. Si tratta di una versione similare al software sviluppato da Marcedes.

I navigatori sono perfetti per aiutarci a raggiungere la nostra destinazione, ma non sono così utili quando si tratta di trovare un parcheggio – specialmente nei centri cittadini”, ha dichiarato Tobias Wallerius, Engineer, Product Development, Ford of Europe. “Parking Space Guidance è una tecnologia basata sui connected cars che può aiutare i conducenti a completare più rapidamente il viaggio, risparmiando denaro e tempo oltre che a migliorare la qualità complessiva dell’aria”.

Quando i veicoli potranno scambiare dati con le infrastrutture in tempo reale, il traffico diventerà più intelligente, la ricerca di un parcheggio diventerà meno stressante e le persone arriveranno a destinazione più rapidamente”, ha dichiarato Michael Reinartz, Head of Innovation, Vodafone.

É bene notare che Vodafone e Ford sono al lavoro anche su diverse altre tecnologia KoMoD (Kooperative Mobilität im digitalen Testfeld Düsseldorf), fra cui:

  • Traffic Light Assistance System, che utilizza le informazioni sui tempi dei semafori per indicare al conducente la velocità di crociera da mantenere per riuscire a incontrare sempre la così detta ‘onda verde’
  • Tunnel Information System, che utilizza i dati delle unità a bordo strada per inviare ai conducenti le informazioni sui limiti di velocità e su eventuali veicoli che si muovono lentamente
  • Vario Display, che fornisce informazioni, aggiornate in tempo reale, al quadro strumenti sui principali eventi che possono avere un impatto sul traffico locale, come mostre, concerti o partite di calcio
  • Traffic Control Systems, che, in autostrada, permette di migliorare il flusso generale del traffico adattando i limiti di velocità
  • Smart Traffic Sign Transmission, che invia avvisi sui limiti di velocità e le informazioni sui segnali di pericolo direttamente ai display dei veicoli.