James Gunn Guardiani della Galassia

Nel 2018, il regista James Gunn, che al momento stava lavorando al secondo sequel del film Guardiani della Galassia, fu licenziato da Disney. La decisione è arrivata in risposta a una campagna diffamatoria da parte di una nota personalità mediatica di estrema destra che ha fatto riemergere alcune battute di cattivo gusto sulla pedofilia che Gunn aveva twittato più di un decennio prima.

Ad ogni modo, avanti veloce allo scorso marzo, James Gunn è stato riassunto dalla Disney per la direzione di Guardiani della Galassia Vol. 3. In una franca conversazione con Deadline, il regista ha di recente parlato delle sue esperienze nel corso dell’ultimo anno, delle sue prime risposte al licenziamento, del perché l’ha paragonato al suo divorzio e di come l’esperienza di riassunzione fosse stata per lui.

Per prima cosa, James Gunn dice che non incolpa nessuno per il licenziamento e che si prende “piena responsabilità” per i suoi tweet passati, e non li considera un problema di libertà di parola.

Successivamente nell’intervista si concentra maggiormente sulle sue reazioni emotive dopo il licenziamento e in particolare su come le reazioni degli altri hanno fatto sì che si sentisse veramente amato per la prima volta:

“Sono come molte persone che vengono qui e vogliono essere ricchi e famosi, avere persone che li amano… Il mio modo per essere amato era il mio lavoro. Non avevo mai veramente sperimentato, prima di quella vicenda, cosa significasse essere amato così profondamente dai fans. È stato un problema per me nelle relazioni, visto che ho provato l’amore di un’altra persona, ma non ho mai avuto un momento molto difficile in cui sono stato amato.

Dalla mia fidanzata Jen, al mio produttore e ai miei agenti, a Chris Pratt che mi chiama e dà di matto a Zoe Saldana e Karen Gillan, a tutte chiamate che ho ricevuto, a Sylvester Stallone che mi ha videochiamato e naturalmente a Dave Bautista dico un immenso grazie. Quell’ammontare di amore che provavo dai miei amici, dalla mia famiglia e dalle persone della comunità è stato assolutamente travolgente.”

Ricordiamo che Guardiani della Galassia 3 sarà ambientato nella quarta fase del Marvel Cinamtic Universe (qui la guida completa alle fasi del MCU) e, di conseguenza, anche dopo Avengers: Endgame. Al momento non sappiamo quando verrà finalizzato il film anche se abbiamo un generico 2020 come previsione per la messa in onda.