Statua della Libertà app AR

Se c’è una cosa che simboleggia per noi italiani e per le milioni di persone che negli anni sono salite a bordo di una nave per affrontare un viaggio verso l’ignoto e sono approdate a New York City è senza dubbio la Statua della Libertà. Considerato il cancello di ingresso degli europei negli USA, in questi giorni il nuovo museo da ben 100 milioni di dollari aprirà i battenti e, per l’occasione, è stata sviluppata un’app ad-hoc che trae beneficio della realtà aumentata.

Guidata dall< stilista Diane von Furstenberg, l’app sviluppata dalla software house Yap Studios offre una miriade di metodi per dare vita al principale punto di riferimento del porto di New York.

Ho detto ad Apple che mi piacerebbe che la gente andasse alla Statua della Libertà per vivere un’esperienza Apple“, ha detto von Furstenberg in un evento prima del lancio. “Mi hanno invitata a trascorrere due giorni con una full immersion a Cupertino. Mi sono reso conto che non era solo dare alle persone che vogliono visitare la statua da casa propria dare un’esperienza a là Apple, ma era anche dare un’esperienza Apple alla Statua della Libertà. E questo significava fare un’app. ”

La realtà aumentata fornisce l’esperienza di base più fondamentale. Ci sono una serie di esperienze AR distinte nell’app pensate per offrire alcune informazioni sulle dimensioni, sullo scopo e sulla storia di Lady Liberty per coloro che non sono in grado di sperimentarlo in prima persona.

C’è una vista panoramica dalla torcia, che mostra lo spettacolare panorama di  Lower Manhattan. Gli utenti possono anche far apparire una riproduzione in grandezza naturale del piede della statua direttamente di fronte a loro o assistere a una ricostruzione della realizzazione della statua, intravedere all’interno dei suoi montanti o comunque godersi al massimo l’esperienza anche da casa.

Sfruttando il framework ARKit, l’applicazione è disponibile solo su iOS.