PinePhone Linux

Negli ultimi anni il mercato degli smartphone e dei tablet è stato praticamente un duopolio fra Android e iOS. Con la dipartita di Windows 10 Mobile poi, la scena è tutta per loro. Pine64 però ha intenzione di dire la sua e, seppur in maniera minima, provare a conquistare una frazione di market share. Lo intende fare con PinePhone e PineTab basati su Linux.

Del PinePhone ve ne abbiamo già parlato: si tratta di uno smartphone basato sulla stessa board PineA64 in commercio e può contare su un display da 5,45 pollici con risoluzione HD+ di 1440 x 720 pixel. A completare la dotazione ci pensano 32 GB di eMMC, modem LTE Cat 4, fotocamera posteriore da 5 Mpixel e fotocamera anteriore da 2 Mpixel.

Per quanto riguarda il PineTab, si tratta invece di un tablet da 10,1 pollici con SoC Allwinner A64 ARM e processore Cortex-A53 quad-core, 2 GB di memoria RAM LPDDR3 e 16 GB di memoria interna eMMC. Il PineTab supporta anche una tastiera opzionale per trasformarlo in un laptop.

Il vero motivo per cui vi stiamo parlando di PinePhone e PineTab basati su Linux non è tanto per mostrarvi le specifiche (già disponibili grazie ai dev kit) ma per comunicarvi che Pine64 ha finalmente dei prezzi di vendita:

  • PinePhone sarà disponibile a 149 dollari
  • PineTab sarà disponibile a 79 dollari (99 dollari se si opta anche per la tastiera)

Purtroppo al momento non sappiamo di preciso quando questi due dispositivi verranno spediti