Eufy HomeVac S11

Recensione Eufy HomeVac S11 Infinity – Anche se i robot aspirapolvere sono ormai molto diffusi, un aspirapolvere senza fili è comunque necessari o in casa, per raggiungere tutte quelle aree dove un normale robottino non può arrivare.

Pensate agli angoli, agli spazi dietro alle porte, a fianco di mobili distanti una decina di mobili dalle pareti o sotto a qualche mobile basso dove il fidato robot non riesce a infilarsi. Abbiamo avuto modo di provare per diverse settimane l’ultimo arrivato di Eufy, uno dei tanti brand controllati da ANKER e oggi vi raccontiamo come funziona.

Recensione Eufy HomeVac S11 Infinity, difficile chiedere di più 1

Design e caratteristiche

Il corpo principale dell’aspirapolvere è montato al di sopra del tubo di aspirazione, con il serbatoio per la raccolta dello sporco posizionato davanti al motore. Il peso risulta così ben bilanciato, grazie anche alla batteria rimovibile posta appena al di sotto dell’impugnatura.

L’avvio dell’aspirazione avviene tramite la pressione dell’interruttore a grilletto mentre con un secondo pulsante, posto sopra al motore, è possibile cambiare la potenza di aspirazione. Sono tre i livelli a disposizione che oltre a offrire una forza aspirante crescente, fino ai 120 AW del livello Max, vanno a incidere sull’autonomia.

Recensione Eufy HomeVac S11 Infinity, difficile chiedere di più 2

A questo proposito è da segnalare la possibilità di sostituire la batteria, una opportunità poco diffusa tra gli aspirapolvere cordless. E nella confezione di vendita della variante Infinity da noi testata è presente una seconda batteria, che di fatto vi permette di raddoppiare l’autonomia, un fattore da non sottovalutare.

Un mare di accessori

E gli accessori a corredo di Eufy HomeVac S11 Infinity sono davvero tanti oltre alla seconda batteria. La confezione di vendita è davvero ben realizzata, con i componenti ben organizzati e divisi. Oltre alla parte principale dell’aspirapolvere abbiamo il tubo di prolunga e uno scomparto dedicato a spazzole e accessori.

Troviamo dunque la spazzola principale motorizzata e dotata di LED frontali, della cui utilità parleremo tra poco, con la possibilità di sostituire la spazzola rotante. Abbiamo un modello morbido, dedicato a pavimenti in legno o comunque realizzati in materiale delicato, e una con setole più rigide, indicata per pavimenti più resistenti.

Recensione Eufy HomeVac S11 Infinity, difficile chiedere di più 3

La spazzola è dotata di ruote che da una parte aumentano la scorrevolezza ma dall’altra creano qualche impiccio, di cui parleremo tra poco. Nella confezione troviamo una spazzola di dimensioni ridotte, comoda per pulire divani, materassi o per raggiungere quegli spazi in cui la spazzola principale non arriva a causa degli ingombri.

Non manca poi una bocchetta con setole rimovibili, perfetta per le ragnatele in alto o per i mobili, da abbinare alla piccola prolunga flessibile che consente di raggiungere anche i punti più critici, quelli nei quali un normale aspirapolvere non potrebbe arrivare. Troviamo infine l’immancabile beccuccio, molto lungo, per le fessure, gli angoli e i punti più inaccessibili.

Chiudiamo con il supporto da parete, per riporre in maniera ordinata l’aspirapolvere e i suoi accessori. Questi ultimi sfruttano tre clip che possono essere agganciate tra di loro e posizionate in maniera personalizzata per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione.

Peccato solo per l’assenza, nel supporto da parete, di un sistema di ricarica integrato. È infatti necessario collegare il caricabatterie manualmente, ma per fortuna il connettore sulla batteria resta esposto e facilmente raggiungibile. In questo modo è possibile utilizzare il caricabatterie per ricaricare la seconda batteria e averla sempre a disposizione al momento del bisogno.

Alla prova dei fatti: potenza e autonomia

Dopo questa lunga introduzione è giunto il momento di capir come si comporta Eufy HomVac S11 Infinity. Lo abbiamo utilizzato per più di un mese, proprio per avere modo di metterne in evidenza pregi e difetti che sono con un utilizzo prolungato possono emergere.

Partiamo dal sistema di accensione: è vero che buona parte dei modelli in commercio funziona con un grilletto, ma non è detto che sia il sistema migliore. Con un uso prolungato si avverte il fastidio di dover tenere sempre premuto il tasto e capita di doversi fermare per allentare la tensione.

E qui si nota il secondo difetto, niente di sconvolgente ma alla lunga può risultare fastidioso. L’aspirapolvere si accende sempre alla potenza media, senza ricordare quella che stavate utilizzando prima di rilasciare il grilletto. E se stavate utilizzando la potenza massima o quella minima sarete costretti a utilizzare il pulsante posto nella parte superiore, non raggiungibile con la stessa mano che preme il grilletto. Scomodo e poco intuitivo quindi, bastava posizionare un selettore vicino al grilletto, azionabile magari con il pollice e tutto sarebbe risultato più comodo.

Ottima la mobilità della spazzola principale, e insostituibili i LED frontali: aiutano a vedere lo sporco nelle zone più buie e ma anche in quelle illuminate permettono di notare quello sporco che altrimenti potrebbe sfuggirvi. Le ruote sono davvero utili per migliorare la scorrevolezza ma sono di impiccio negli spazi stretti. È infatti difficile, se non impossibile, far scorrere la spazzola perpendicolarmente al movimento delle ruote, costringendovi a utilizzare la spazzola più piccola per gli spazi angusti.

Non è grave e si può ovviare al problema cambiando spazzola, ma gli ingegneri ANKER farebbero meglio a pensare a un’altra soluzione per i modelli futuri. Al netto di questi piccoli dettagli, che per molti potrebbero essere insignificanti, Eufy HomeVac S11 Infinity è un ottimo prodotto.

Ottima la potenza di aspirazione, che al livello massimo assicura una pulizia perfetta anche nel caso in cui aveste ambienti molto sporchi, ma che già al livello medio vi permette di raccogliere tutto lo sporco. Se poi viene utilizzata quotidianamente per la pulizia di angoli e zone non raggiunte da un robottino si dimostra perfetta.

In questo caso, e se non avete animali in casa, anche la potenza minima e sufficiente a garantire una buona pulizia in tutta l’abitazione. Il peso è contenuto e il bilanciamento ottimo, tanto che anche un utilizzo prolungato non affatica le braccia. La scorrevolezza della spazzola principale permette di pulire ampie superfici senza fatica.

Molto buona l’autonomia, sulla quale incide ovviamente la modalità di utilizzo. Alla massima potenza la batteria dura circa 8 minuti, che raddoppiano grazie alla batteria di scorta. Personalmente ho utilizzato questa modalità per pulire angoli e aree non raggiunte dal mio robottino e con le due batterie, all massima potenza non ho avuto problemi.

Con la potenza media l’autonomia sfiora i 30 minuti e per una pulizia completa di circa 120 metri quadri di appartamento non è sufficiente, se non utilizzando la seconda batteria. Con la potenza minima sono riuscito a pulire l’intero appartamento con una discreta carica residua, normalmente un’intera tacchetta.

Conclusioni

Che dire dunque di Eufy HomeVac S11 Infinity? Al prezzo a cui viene proposto è da acquistare a occhi chiusi. Per avere un’alternativa dello stesso livello dovete spendere almeno il doppio, o rivolgervi a versioni obsolete di marchi famosi.

Al netto dei piccoli difetti, comuni anche ad altri brand, si tratta probabilmente della miglior soluzione presente sul mercato, con una serie di chicche che lo rendono davvero unico. Potete acquistarlo su Amazon utilizzando il link sottostante. Segnaliamo anche la variante Go, che vi permette di risparmiare senza però offrirvi la batteria aggiuntiva, con un codice sconto valido fino al 26 luglio.

Acquistate Eufy HomeVas S11 Infinity su Amazon a 299,99 euro

Acquistate Eufy HomeVac S11 Go su Amazon a 199,99 euro con il codice 0S5FTZ3A