Rimodulazioni Vodafone

Vorremmo dirci sorpresi ma non lo siamo affatto. A distanza di nemmeno due settimane dalla precedente, è arrivata la comunicazione che alcuni clienti di rete fissa andranno incontro a delle rimodulazioni Vodafone al rialzo fino a 3,99 euro a partire dalla prima fattura successiva al 1° agosto 2019.

Al momento non sappiamo con esattezza quali offerte andranno incontro alle nuove rimodulazioni Vodafone ma sappiamo invece che i clienti interessati riceveranno comunicazione nella prima fattura utile a partire da oggi, 4 Aprile 2019, con l’importo specifico dell’aumento che li riguarda.

É bene notare che le rimodulazioni Vodafone non colpiranno tutti alla stessa maniera. Gli aumenti arriveranno in maniera personalizzata secondo diversi fattori e con i seguenti importi:

0,89 euro, 0,99 euro, 1 euro, 1,09 euro, 1,24 euro, 1,49 euro 1,50 euro, 1,99 euro, 2,09 euro, 2,39 euro, 2,48 euro, 2,49 euro, 2,50 euro, 2,59 euro, 2,60 euro, 2,89 euro, 2,98 euro, 2,99 euro, 3,09 euro, 3,48 euro, 3,49 euro, 3,59 euro, 3,99 euro.

Fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni gli utenti interessati dalle rimodulazioni Vodafone potranno recedere senza penali e costi di disattivazione attraverso una delle seguenti modalità:

  • Inviando una raccomandata al Servizio Clienti, casella postale 19010015 Ivrea (To);
  • Scrivendo una mail via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it;
  • Parlando con un consulente attraverso il Servizio Clienti 190;
  • Compilando l’apposito modulo nei negozi fisici Vodafone.

É bene notare che se il cliente decide di recedere da un’offerta che prevede un contributo di attivazione a rate, continuerà a pagare le eventuali rate residue con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento che ha scelto. Considerando poi che l’aumento tariffario fino a 3,99 euro è solo leggermente inferiore rispetto al costo di attivazione di 5 euro che nella maggior parte dei casi prevede Vodafone, probabilmente non conviene passare ad altri operatori.