5G

Nonostante le numerose teorie del complotto (molte delle quali assolutamente infondate) che circolano a proposito del 5G, gli italiani stanno aspettando con trepidazione l’arrivo del 5G. Lo rivela il Mobility Report di Ericsson secondo cui assisteremo a una crescita esponenziale della copertura mondiale.

5G, una crescita vertiginosa

La crescita è già superiore al previsto: il 5G si diffonde più rapidamente rispetto al 4G ed entro la fine del 2020 raggiungerà oltre 190 milioni di abbonamenti. Un numero destinato a crescere in fretta, tanto da arrivare a un miliardo di abbonati entro il 2024.

Occorreranno quindi 4 anni per raggiungere una cifra che il 4G ha raggiunto in sei anni e nel 2025, sempre secondo Ericsson, gli abbonati saranno addirittura 2,8 miliardi. Tutto questo ovviamente a spese del 4G, che dovrebbe raggiungere l’apice del proprio ciclo nel corso del 2022, con oltre 5 miliardi di abbonati, che andranno ad assorbire parte degli abbonati in 2G e 3G.

Nonostante questo nel 2025 ci sarà ancora almeno un miliardo di persone che si collegherà con tecnologia particolarmente obsolete. A spingere particolarmente sul 5G sarà il Nord America, dove nel 2025 tre utenti su quattro avranno una connessione ultra veloce. La Cina non sarà da meno con il 60% di linee in 5G e l’Europa dovrebbe attestarsi al 55%.

E l’Italia?

Dopo la pandemia legata al COVID-19 sei italiani su dieci ritengono che il lavoro da remoti sarà la nuova normalità e anche gli studenti, nonostante le mille difficoltà, sono pronti a perfezionarsi tramite lezioni e corsi online.

Vale la pena notare che, nonostante il dilagare delle teorie cospiratorie e del fatto che oltre 500 Comuni italiano hanno di fatto vietato il 5G, almeno il 53% degli italiani ritiene che il 5G sarebbe stato molto utile in questo periodo. La connessione è considerata fondamentale durante una crisi, sia per gli acquisti online sia per consultazioni sanitarie e per necessità lavorative.

Potete consultare tutti i dati nel report ufficiale pubblicato da Ericsson.