Dropbox Chrome OS

Dropbox è da sempre al fianco di milioni di utenti su desktop e mobile per salvare sul cloud immagini, video, documenti e file in generale. La facilità di backup di questi file è il punto di forza del servizio, ed in questo articolo vi spiegheremo i passi da compiere per utilizzare il backup del computer su Dropbox.

A cosa serve il backup su Dropbox

Il backup del computer su Dropbox permette agli utenti di salvare sul cloud alcune cartelle specifiche, magari quelle più importanti, come ad esempio la cartella “Desktop”, i “Documenti” o magari la cartella “Download”. Salvando queste cartelle su Dropbox, potrete aggiornare in tempo reale qualsiasi modifica apportata ai file presenti al loro interno.

Una volta completato il backup di queste cartelle su Dropbox, sarà possibile:

  • accedere alle cartelle e ai file sul web, tramite l’applicazione Dropbox per dispositivi mobile o tramite l’applicazione Dropbox per computer;
  • recuperare file importanti eliminati in queste cartelle, controllare la cronologia delle versioni di un file per recuperare quelle richieste, oppure utilizzare la funzione Dropbox Rewind per annullare in sequenza le modifiche.

Cose da sapere prima della configurazione

I file caricati su Dropbox sono suscettibili di tutte le modifiche apportate in locale, ovvero sulla cartella salvata all’interno del proprio computer. Questo è un elemento molto importante da non dimenticare, soprattutto se non si vuole andare incontro a spiacevoli controindicazioni.

  • Dopo aver completato il backup dei dati su dropbox.com, i file e le cartelle rimosse dal computer verranno cancellate anche su dropbox.com;
  • dopo aver completato il backup non sarà possibile spostareeliminarerinominare le cartelle di primo livello come ad esempio “Desktop”, “Documenti”, “Download”, “Il mio Mac” o “Il mio PC”. Sarà comunque possibile spostare, eliminare e rinominare i file contenuti in essi, ma non sarà possibile condividere queste cartelle Dropbox invitando altre persone via email ma solo tramite la condivisione di un link;
  • disattivando il backup del computer su Dropbox, qualsiasi modifica apportata all’interno delle cartelle, come ad esempio l’aggiunta di un nuovo file, non verrà automaticamente salvata nelle cartelle “Desktop”, “Documenti” e “Download”. Infatti, i file e le cartelle salvate su Dropbox con il backup del computer rimarranno nel tuo account Dropbox, mentre nel computer resteranno accessibili tramite una cartella di collegamento nominata “I miei file in Dropbox”;
  • utilizzando Microsoft Edge su sistema Windows, i download di Microsoft Edge non verranno sincronizzati con la cartella “Download” di Dropbox. Per farlo sarà necessario spostare manualmente la cartella “Download” in Dropbox.

Come configurare il backup del computer

A questo punto è finalmente possibile iniziare a configurare il backup del computer su Dropbox. Ecco cosa fare:

  • chiudere tutte le app e i file aperti;
  • scaricare l’applicazione desktop di Dropbox a questo link;
  • collegarsi ad Internet;
  • disattivare il backup con altri servizi cloud come ad esempio Google Drive, OneDrive o iCloud;
  • cliccare sull’icona di Dropbox nella barra delle applicazioni di Windows oppure sulla top bar su macOS;
  • fare click sull’icona del proprio profilo o sulle iniziali;
  • cliccare sulla voce “Preferenze” > “Backup” > “Gestisci backup”;
  • selezionare le cartelle di cui si vuole effettuare il backup;
  • cliccare su “Avanti” o “Sincronizza in Dropbox” e seguire le indicazioni mostrate a schermo.

Come risolvere eventuali problemi

Durante la configurazione del backup del computer su Dropbox è possibile incappare in qualche piccolo errore. Ecco quali sono alcuni passi da seguire per risolvere eventuali problemi prima di ripetere l’operazione appena vista:

  • chiudere tutti i file e applicazioni che utilizzano i dati salvati all’interno delle cartelle di cui si vuole fare backup;
  • disattivare eventuali cartelle contenute in altri servizi cloud come Google Drive, OneDrive o iCloud;
  • su sistema macOS consentire a Dropbox di accedere alle cartelle di cui si vuole fare il backup;
  • concedere le autorizzazioni di modifica di tutti i file e cartelle di cui si vuole fare backup;
  • spostare la cartella Dropbox nella posizione originale predefinita nel caso in cui fosse presente all’interno di una cartella di cui si vuole effettuare il backup;
  • spostare la cartella Dropbox e le cartelle di cui si vuole effettuare il backup sullo stesso disco rigido.
  • forzare l’uscita del Finder su macOS nel caso in cui i file non dovessero essere visualizzati dopo aver attivato il backup del computer;
  • riavviare Firefox, Google Chrome, Microsoft Money, Microsoft Outlook e Safari nel caso di problemi con un’applicazione dopo l’attivazione del backup del computer su Dropbox.

Come disattivare il backup del computer

Per disattivare il backup del computer su Dropbox è necessario:

  • installare l’applicazione Dropbox sul proprio computer. In caso fosse già installata, disinstallarla e reinstallarla da capo;
  • fare click sull’icona Dropbox nella barra delle applicazioni di Windows oppure sulla top bar di macOS;
  • cliccare sull’immagine profilo o sulle iniziali;
  • cliccare su “Preferenze” > “Backup” > Gestisci backup”;
  • deselezionare tutte le cartelle di cui si vuole interrompere il backup e impostare tutti i file su “Non attivo”;
  • fare click su “Interrompi comunque”;
  • fare click su “Salva”.

Attenzione: con questa procedura tutti i file e le cartelle eliminate in “Il mio PC” o “Il mio Mac” verranno eliminate sia in locale che su Dropbox.

Al momento la funzione backup del computer su Dropbox è in beta per un numero ristretto di clienti Dropbox. Per poterla utilizzare sarà necessario attendere l’invito a partecipare al programma di beta testing.