Home News Utenti e transazioni in aumento per l'extra cashback di Natale

Utenti e transazioni in aumento per l’extra cashback di Natale

0

Sono passati ormai sei giorni dalla data di inizio dell’extra cashback di Natale, prevista per l’8 Dicembre, con non pochi problemi iniziali per gli utenti, tra quelli che non riuscivano ad accedere all’app IO per finire a quelli che non riuscivano ad aggiungere le proprie carte ed i propri bancomat all’applicazione, per poter usufruire dello sconto del 10% su tutti gli acquisti presso i negozi fisici effettuati entro il 31 Dicembre. Ora, però, la situazione sembra essersi regolarizzata, gli utenti iniziano a vedere le prime transazioni eseguite sull’app e c’è addirittura chi ne ha già fatte oltre 10, il numero minimo previsto per sbloccare il rimborso.

Extra cashback di Natale, oltre 4 milioni di utenti e 1,6 milioni di transazioni

Il Ministero, nelle ultime ore, ha informato che dall’8 Dicembre sono stati eseguiti oltre 4 milioni di nuovi accessi all’app IO, tramite SPiD oppure attraverso la propria CiE ed un telefono con NFC abilitato, mentre al 12 Dicembre erano già 1,6 i milioni di transazioni valide ai fini del cashback di Stato. Numeri in continuo aumento, che hanno portato inizialmente a non pochi problemi per tutti coloro che hanno provato a registrarsi e ad abilitare la propria carta, riscontrando rallentamenti e tanti messaggi di errore, problemi che ora sembrano essere rientrati.

Nella sola giornata dell’11 Dicembre, sono stati oltre mezzo milione le carte registrate al programma, per un totale di 6,2 milioni suddivisi tra 3,5 milioni di carte su circuito Mastercard, Visa e AmericanExpress, 1,7 milioni di carte operanti sul circuito PagoBancomat e 990mila strumenti di pagamento digitale gestiti da privati. Oltre 15mila gli utenti che hanno già raggiunto il numero minimo di 10 transazioni necessarie per sbloccare il cashback, che vedranno quindi sicuramente arrivare il rimborso entro 60 giorni dal termine del cashback.

Il sistema del cashback ideato dallo Stato, nato per contrastare l’evasione fiscale, sembra aver riscosso un ampio successo, in particolare in questo periodo in cui i cittadini provano ad approfittare degli sconti per le offerte di Natale. Oltre all’extra cashback attualmente in vigore per tutto il periodo natalizio, sono previsti altri due cashback, con cadenza semestrale e validi da Gennaio a Giugno e da Luglio a Dicembre 2021, con modalità simili ma non uguali a quelle attualmente in vigore: massimo 150 euro totali di rimborso per ciascun periodo, massimo 15 euro di rimborso per ciascuna transazione ed un minimo di 50 transazioni per periodo, al posto delle 10 attualmente previste. Un modo per spingere i cittadini a pagare con strumenti tracciabili, disincentivare l’utilizzo del contante e soprattutto per poter avere un maggiore controllo sui pagamenti che, così facendo, saranno più facili da tenere d’occhio.

E voi, avete avuto problemi ad aderire all’iniziativa? Quante transazioni avete eseguito finora? Fatecelo sapere nei commenti!

Leggi anche: Guida al Cashback di Stato di dicembre: fino a 150€ di rimborso, come funziona