Pentax K-1 Mark II

Nonostante le grandi caratteristiche tecniche della reflex top di gamma Pentax K-1 Mark II, a conti fatti le differenze col modello originale di prima generazione si riducono alla sola componentistica elettronica. Per tale ragione, è stato annunciato un servizio di upgrade che permette, a coloro in possesso della prima generazione, di sborsare un “contributo minimo” per ottenere un aggiornamento con le componenti della versione Mark II. Ebbene, il distributore ufficiale di Pentax in Italia, FOWA, ha ufficializzato questo servizio in Italia.

Prima di addentrarci in cosa consiste il servizio di upgrade, per chi non lo sapesse la Pentax K-1 Mark II può contare su un sensore full frame CMOS da 36,4 megapixel, su un processore d’immagine PRIME IV (stesse componenti della prima versione) e su “unità di accelerazione” (vera novità) in grado di espandere la gamma delle sensibilità fino al valore di 819.200 ISO.

Pentax K-1, upgrade a pagamento al modello Mark II disponibile anche in Italia 1

Il sistema di stabilizzazione a 5 assi è montato direttamente sul sensore (soluzione da preferire rispetto agli obiettivi stabilizzati) e offre una nuova funzionalità definita “Dynamic Pixel Shift Resolution”, ovvero la possibilità di eseguire 4 scatti per creare una unica immagine ad altissima risoluzione spostando il sensore di un pixel alla volta.

Come aggiornare la propria Pentax K-1 Mark II

Tornando al servizio di aggiornamento harwdare della prima generazione, fino al 30 settembre 2018, tutte le funzioni della PENTAX K1 Mark II potranno essere integrate nel vecchio modello della camera con una spesa di euro 549,00. Insomma, non si tratterà dell’acquisto scontato della versione Mark II ma di un aggiornamento hardware dell’elettronica.

Nel caso foste interessati, basterà solo compilare il form online di richiesta ed inviare la propria macchina a LTR di FOWA – centro riparazioni tecnico autorizzato da PENTAX. La restituzione col nuovo hardware dovrebbe avvenire in tempi brevi.