Google Maps bike sharing (1)

In una sorta di beta test che ha coinvolto la città di New York per circa un anno, Google ha testato all’interno di Google Maps le informazioni provenienti da diversi servizi di bike sharing. Soddisfatti del risultato, in quel di Google hanno deciso di estendere la funzione a 24 nuove città.

In particolare, ora è possibile utilizzare la funzione a Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Chicago, Dublino, Amburgo, Helsinki, Kaohsiung, Londra, Los Angeles, Lione, Madrid, Città del Messico, Montreal, New Taipei, New York, Rio de Janeiro, San Francisco, San Paolo, Toronto, Vienna, Varsavia e Zurigo.

Sfortunatamente al momento fra le città coinvolte nel progetto non ne figura nemmeno una italiana, nonostante a Milano operino diverse aziende di bike sharing.

Esattamente come accade già con i servizi di car sharing, basta digitare nella barra di ricerca di Google Maps la query “bike sharing” oppure il nome di un’azienda mentre si è in una delle città coperte per vedere, in tempo reale, la posizione delle bici disponibili all’interno della mappa.

Per coloro che utilizzano i servizi di bike sharing per i loro spostamenti quotidiani (o anche per i turisti) si tratta di una novità senza dubbio di grande utilità che contribuisce, fra l’altro, ad innalzare il livello di Google Maps e ad allontanare le app di navigazione concorrenti.

Che tu stia viaggiando in una nuova città o pianifichi il tuo tragitto giornaliero, Google Maps semplifica la valutazione di tutte le opzioni di trasporto con informazioni in tempo reale. Proprio come ti mostriamo quando arrivano autobus e treni in Google Maps, ora sai quali stazioni di bike sharing hanno una bici pronta per te.