PUBG e-Sports

Il PlayerUnknown’s Battlegrounds Invitational sarà un evento unico nel suo genere che si sta svolgendo questa settimana a Berlino, in Germania, e i numeri che verranno raggiunti saranno probabilmente i migliori di sempre. Tuttavia, il cambiamento che vi è alla base di PUBG è molto più ampio.

Come annunciato in un comunicato stampa, PUBG Corp. desidera investire per i prossimi cinque anni sulla costruzione di basi solide per un sistema di gestione delle battaglie da utilizzare per la creazione di nuovi tornei. L’obiettivo è quello di gestire il lato e-Sports del business come entità autosufficiente, che sarà finanziata attraverso merchandise, contenuti digitali di gioco, con opportunità di condivisione dei ricavi. Felpe da gioco dei tornei sono state già progettate per i venti team finalisti della PGI 2018 di questa settimana.

Un’area che lo sviluppatore ha correttamente identificato come spazio per il miglioramento è il sistema spettatore. L’azione può essere frenetica con i giochi su larga scala e gli spettatori avranno bisogno di vedere tutto, così come i giocatori che si affidano alle riprese per trasmettere informazioni al pubblico. Inoltre, le leghe saranno gestite con retrocessioni, a differenza delle posizioni in franchising che altri giochi hanno adottato.

Insomma, il progetto per PUBG non è solo quello di essere uno dei giochi già popolari del momento ma anche quello di costruire una base solida per diventare, alla pari di LOL e Overwatch, uno degli e-Sports più seguito di tutti (magari con un occhio verso le Olimpiadi) attraverso uno spin-off dell’azienda madre.