Un po’ a sorpresa, nel corso dei The Game Awards di questa notta, Microsoft ha deciso di rilasciare un trailer per Xbox Series X, la nuova famiglia di console di nuova generazione.

Xbox Series X è la next-gen di Microsoft

Il palco dei The Game Awards è stato scelto non solo per mostrare i nuovi trailer di Ghost of Tsushima e Fast & Furious Crossroads, ma anche per svelare ufficialmente il nome e i primi dettagli della prossima generazione di console di casa Microsoft, conosciuta fino a questo momento come Xbox Scarlett.

Nel trailer (e nelle immagini in questo articolo) viene mostrato quello che dovrebbe essere il design (immaginiamo definitivo) di Xbox Series X: a questo punto ci sentiamo di dare per certo l’arrivo di più di una console di nuova generazione, cosa che del resto era stata anticipata da diverse indiscrezioni.

Se vi state già preoccupando del design verticale e del possibile posizionamento nei vostri salotti, abbiamo buone notizie per voi: Xbox Series X è predisposta anche per l’orientamento orizzontale.

Insieme alla console è stato presentato il nuovo Xbox Wireless Controller, con dimensioni, forme perfezionate e un tasto Share per condividere screenshot e video clip. Sarà compatibile anche con Xbox One e i PC dotati di Windows 10.

Microsoft ne ha approfittato per svelare anche Senua’s Saga: Hellblade II, il primo titolo next-gen di Ninja Theory e sequel del popolare Hellblade: Senua’s Sacrifice, sviluppato per sfruttare la potenza delle nuove console.

La next-gen di Microsoft ha un nome, ed è Xbox Series X: primi dettagli e uscita 4

Xbox Series X dal punto di vista tecnico: potenza da vendere

In base a quanto dichiarato da Microsoft, Xbox Series X sarà in grado di “viaggiare” a 60 fps a risoluzione 4K, con la possibilità di arrivare persino a 120 fps, con supporto al Variable Refresh Rate (VRR) e all’8K. Sarà alimentata da un processore che sfrutterà l’architettura Zen 2 e RDNA di nuova generazione con supporto al ray tracing con accelerazione hardware.

Grazie alla tecnologia Variable Rate Shading (VRS) gli sviluppatori potranno ottenere molto di più dalla GPU delle console, anche sfruttando l’SSD in dotazione. Inoltre ci sarà una latenza ridotta per merito della tecnologia Auto Low Latency Mode (ALLM) e del Dynamic Latency Input (DLI) e un sempre maggiore sfruttamento del cloud.

Altra grande notizia è la conferma ufficiale della retro-compatibilità con le precedenti Xbox: gli utenti potranno utilizzare Xbox Series X per giocare ai titoli di quattro generazioni di console.

Xbox Series X sarà disponibile verso la fine del 2020: l’uscita è infatti fissata per la classica finestra “Holiday 2020“, che corrisponde al periodo natalizio del prossimo anno. Il 2020 sarà l’anno anche di Halo Infinite, solo uno dei numerosi titoli su cui sono al lavoro i 15 Xbox Game Studios.