Aggiornamento Windows 10

Nuovi problemi per Windows 10 che, con il rilascio di un nuovo aggiornamento cumulativo, sta dando dei fastidi ad alcuni utenti. L’update incriminato è numerato KB4532693; i bug emersi sono delle sparizioni misteriose dei file sul desktop e dei profili utente.

Il problema dell’ultimo aggiornamento di Windows 10

Secondo quanto testimoniato da vari utenti sul forum di Microsoft, l’ultimo aggiornamento di Windows 10 distribuito a partire dall’11 febbraio scorso e numerato KB4532693, porta con sé alcuni bug che causerebbero la rimozione di vari elementi del sistema.

L’aggiornamento sembra aver ripristinato il desktop alla versione di fabbrica di Windows: mancano tutte le icone personalizzate e lo sfondo è quello con il logo di Windows“. Questa è una delle testimonianze che palesano quanto accennato sopra: l’installazione dell’aggiornamento citato rimuove tutti i file sul desktop e perfino i profili utente.

C’è da dire tuttavia che tale problema di Windows 10 non interessa tutti, e che talvolta viene risolto anche con un semplice riavvio. Altrimenti, per ripristinare il profilo utente è necessario seguire questi passaggi: Esplora file > Disco locale > Utenti > e da qui cercare e aprire un profilo che termina con .000 o .bak.

A ogni modo, Microsoft è al corrente del problema e, come ha affermato ai colleghi di Bleeping Computer, sta investigando sulla situazione.

Come risolvere i problemi dell’aggiornamento KB4532693 di Windows 10

Nonostante non ci sia ancora una vera e propria risoluzione generale da parte di Microsoft, il problema suddetto si spiega nel fatto che Windows ha rinominato la cartella standard del profilo utente andando a creare un account temporaneo all’avvio del PC.

Oltre alla soluzione cui vi accennavamo nel paragrafo precedente, potete anche disinstallare l’aggiornamento incriminato andando nelle impostazioni in “Aggiornamento e sicurezza”, quindi su “Visualizza cronologia degli aggiornamenti”. Da qui basta disinstallare l’aggiornamento numerato KB4532693 per ritornare allo stato predecente, in attesa di ulteriori correzioni.