Chromebook Ekko e Bard sensore impronte

Secondo i commit pubblicati sulla gestione del codice sorgente di Chromium Gerrit, due imminenti Chromebook con nome in codice “Ekko” e “Bard” verranno equipaggiati con il sensore di impronte digitali e il tastierino numerico.

Questi dispositivi sono stati individuati per la prima volta più di sei mesi nel repository Chromium. In precedenza, si presumeva che il supporto del sensore per le impronte digitali potesse rimanere riservato al Pixel Slate per un po’ di tempo ma è un bene che non lo sarà.

Sebbene il supporto per i lettori di impronte digitali sia stato aggiunto a Chrome OS più di due anni fa, attualmente solo Google Pixel Slate viene fornito con uno scanner di impronte digitali. Tuttavia, se il nuovo commit è destinato a passare, i Chromebook di fascia alta verranno dotati anche di sensori di impronte digitali. Apparentemente, “Ekko” e “Bard” prenderanno in prestito l’hardware e il software necessari da Pixel Slate.

Una serie di commit pubblicati questo mese hanno rivelato dove saranno posizionati i sensori di impronte digitali sui Chromebook Ekko e Bard. L’immagine mostra fondamentalmente la grafica di installazione per il lettore di impronte digitali e possiamo notare che è stato posizionato sotto il lato destro della tastiera e la configurazione ricorda i sensori di impronte digitali su alcuni dispositivi Windows.

Per quanto riguarda la presentazione di Ekko e Bard, potremmo vederli durante l’evento Google Cloud Next, che si terrà ad aprile a San Francisco. L’evento attira professionisti IT, sviluppatori e dirigenti e quindi potrebbe essere una grande opportunità per presentare i nuovi Chromebook.

Ricordiamo poi che Google ha appena lanciato il servizio Stadia per il game streaming. Molto probabilmente d’ora in poi vi sarà grande enfasi nell’associare qualsiasi nuovo prodotto Google con il nuovo servizio.