Tesla Supercharger

Il rallentamento delle vendite dei modelli di auto elettriche più costosi (e quindi più profittevoli) di Tesla (Model X e Model S) ha costretto l’azienda a correre ai ripari, annunciando che i nuovi acquirenti avranno di nuovo accesso gratuito e illimitato ai Tesla Supercharger.

Fino al 2017 questa soluzione era lo standard per chi acquistava una Model X o una Model S ma, a detta dello stesso Elon Musk, offrire accesso perenne e gratuito ai Tesla Supercharger era una politica “non sostenibile nel lungo periodo“. Da allora, i nuovi acquirenti ottengono 400 KWh di ricarica gratuita ogni anno (circa 1600 KM di autonomia).

Ora, il vantaggio sembra essere tornato come un modo per invogliare i clienti a volgere l’attenzione verso le sue offerte più costose. Alla fine di luglio, Tesla ha annunciato gli ultimi risultati finanziari, in cui ha rivelato di aver perso 408 milioni di dollari nell’ultimo trimestre, principalmente dovute alle scarse vendite dei modelli più profittevoli.

Certo è che chi ha acquistato una tesla Model S o Model X fra la fine del 2017 e qualche giorno fa si ritrova un po’ fregato, visto che al momento l’azienda non sembra intenzionata ad estendere l’accesso gratuito ai Supercharger se non a coloro che acquistano da adesso un nuovo modello.