Citroën AMI One

Nonostante il Salone di Ginevra 2019 (dal 7 al 17 marzo 2019) sia un’occasione annuale molto attesa per conoscere, in anteprima, i veicoli che arriveranno nel giro di qualche mese sul mercato, Citroën presenzierà all’evento anche per presentare il suo nuovo concept di auto elettrica chiamata Citroën AMI One. Dalle prime immagini diffuse, non possiamo non sottolineare le sue linee poco aggraziate e sicuramente non raffinate come altri modelli.

Non si dovrebbe però giudicare un libro solo dalla copertina e la stessa analogia è vera con la Citroën AMI One. Il punto focale della AMI One non è essere l’unica auto di cui una persona ha bisogno o che desidera. Piuttosto, l’intento è portare la libertà di guidare un’auto a coloro che potrebbero non averne al momento accesso.

Citroën AMI One sarà la più brutta ma potenzialmente più rivoluzionaria auto elettrica del Salone di Ginevra 1

Questo succede in due diversi modi. In primis, la potenza non molto elevata dell’auto consente di essere guidato in alcuni paesi senza la patente di guida (in Italia servirebbe il patentino). Secondo, in teoria dovrebbe essere più accessibile dal punto di vista economico.

Nonostante poi le ridotte dimensioni e le limitazioni di performance potrebbero relegare la Citroën AMI One come una nicchia, la Cina ha fornito alcune prove del fatto che esiste un mercato molto fiorente per micro automobili come queste soprattutto nelle grandi città molto trafficate.

Comunque al momento, non avendo nessuna informazione tecnica sulle dotazioni tecniche della Citroën AMI One e quindi non potendo vedere il quadro completa che la circonda, non possiamo fornire un giudizio finale. L’appuntamento, per coloro che sono interessati, è al Salone di Ginevra dove, ricordiamo, avverrà anche la presentazione della Honda Urban EV.