Bollo Auto

Attraverso una proposta, la Commissione Trasporti del Parlamento Europeo sta pensando di creare un unico bollo auto a livello europeo uniformando tutti i guidatori appartenenti agli Stati Membri. L’obiettivo della proposta è agevolare chi utilizza poco l’auto e salvaguardare l’ambiente agevolando l’uso dei mezzi pubblici.

Nei propositi dei redattori della proposta vi è la volontà di quantificare la tassa non solo in base alla potenza del veicolo e alla classe ambientale di appartenenza ma anche al chilometraggio fatto. In pratica, chi utilizza meno l’auto dovrà pagare di meno e viceversa.

Questo porterebbe con se un maggiore avvicinamento delle persone ai mezzi pubblici (o alle bici elettriche) che, oltre a fargli risparmiare la tassa sul bollo auto, “accorperebbe” molti viaggiatori riducendo e di molto l’inquinamento ambientale. Questo, unito ad altre proposte come quella che entrerà in vigore a Milano nel 2019, potrebbe portare a una qualità dell’aria migliore nelle grandi città.

Al momento si tratta comunque solo di una proposta che deve dapprima essere approvata dal Consiglio Europeo e poi essere discussa e approvata anche da ogni Stato Membro della UE. Si parla di una possibile entrata in vigore entro la fine del 2020 o gli inizi del 2021, almeno per i mezzi commerciali.

A nostro avviso è molto importante il fatto che l’Unione Europea stia facendo proposte mirate per ridurre l’inquinamento ambientale senza però modificare più di tanto i costi che ogni persone deve sostenere.