Papua Nuova Guinea, Facebook

Secondo a quanto riportato da TechCrunch, Facebook penalizzerà automaticamente i link nel News Feed di contenuti appartenenti a siti web che li pubblicano dopo averli copiati da altre fonti.

Il social network ha cercato di tenere sotto controllo il suo feed negli ultimi anni, nel tentativo di trovare un equilibrio tra la distribuzione di storie di interesse e la diffusione di materiale protetto o direttamente falso.

Facebook

Questa volta, Facebook ha aggiornato il suo sistema di intelligenza artificiale per essere in grado di rilevare siti Web che rasentano contenuti o ripubblicano articoli con poche modifiche senza autorizzazione (copia e incolla del testo).

Facebook ha aggiornato un vecchio post sul blog pubblicato nel 2017, in cui ha annunciato che avrebbe ridotto i collegamenti del News Feed a siti “truffaldini”

A partire da oggi, stiamo rilasciando un aggiornamento in modo che le persone vedano meno post che rimandano a siti di bassa qualità che copiano e ripubblicano prevalentemente contenuti da altri siti senza fornire, di conseguenza, un valore univoco.

Si tratta sicuramente di una mossa che vuole non solo tutelare gli utenti da fonti di notizie non qualitativamente accettabili ma anche coloro che scrivono per blog e giornali online (come noi) da furti e copie non autorizzate.

Si tratta di una soluzione simile a quella adottata tempo fa relativamente agli articoli “acchiappa click”, ovvero quelli dotati di titoli sensazionali ma incompleti che spingono gli utenti a cliccare o, spesse volte, a condividere la grande notizia senza nemmeno averla letta.